Il team Max Lelli mette i pedali alla bici della solidarietà | MaremmaOggi Skip to content

Il team Max Lelli mette i pedali alla bici della solidarietà

Max Lelli e il suo gruppo tornano a pedalare e lo fanno per gli alluvionati sardi e maremmani, per la Fondazione ricerca fibrosi cistica, per i bambini di Haiti e Dynamo Camp
Il team Max lelli

MANCIANO. Sono venuti da tutta Italia e con le loro divise gialle come il sole hanno illuminato le strade della Maremma. Sono i ciclisti del team Max Lelli che domenica 20 febbraio si sono ritrovati per la prima volta, dopo lo stop a causa dell’emergenza sanitaria degli ultimi due anni. Con loro i tesserati “d’oro” del Team, i campioni olimpici Alessandra Sensini e Jury Chechi.

«È stato un ritorno al futuro – come lo ha definito Max Lelli – un tornare a sorridere e gioire di cose semplici che prima davamo troppo per scontate sottovalutandone l’importanza». La squadra Max Lelli celebra così, con una grande festa tra amici, il ritorno alle attività solite, alla continuità che è sempre stato il grande valore di questa associazione che dalla sua nascita lega il ciclismo ad azioni che vanno oltre il pedalare, con lo sguardo sempre rivolto alla solidarietà.

Il team durante l’ultimo raduno

Tante le realtà sostenute

Massimiliano Lelli, in prima persona, è sempre stato impegnato in iniziative charity: lo abbiamo visto al fianco di Matteo Marzotto per sostenere la FFC (Fondazione ricerca fibrosi cistica) con il Bike Tour che quest’anno vedrà la sua decima edizione. Con il suo Team organizzerà molte iniziative: contribuirà alla scolarizzazione dei bambini Haitiani, sosterrà gli alluvionati in Sardegna, gli alluvionati in Maremma, la Marina Romoli Onlus (che si occupa di ricerca sulle lesioni del midollo spinale) e la Dynamo Camp, il camp di terapia ricreativa dedicato ai bambini con patologie.

Max Lelli con Alessandra Sensini e Ambra Sabatini

È proprio per Dynamo Camp che, grazie ad un’idea di Jury Chechi amico, membro del Team Max Lelli, e già testimonial di questa importante Onlus, Max ed il suo team parteciperanno ad aprile al Giro di Sardegna con la mission di raccogliere fondi per questa realtà, obiettivo in parte già raggiunto grazie al contributo della Xsport Challenge di Pharmaguida e del suo co-CEO Enrico Guida, anch’egli ciclista della Max Lelli , che farà parte della squadra che partirà per gareggiare nella bellissima isola.

Futuro

Oltre al Giro di Sardegna i programmi del Team Max Lelli per il 2022 sono già molti e vedono la partecipazione a varie competizioni. Più l’organizzazione di eventi, tra i quali l’ottava edizione, ad ottobre, della Tirreno Adriatico, storico bike tour del Team. Molti sono anche i progetti in elaborazione, di vario tipo ma tutti con un unico filo conduttore: la solidarietà. Chi pedala nel team Max Lelli sa bene che quando dirà «Io c’ero» non sarà stato solo per l’aver condiviso il divertimento di una pedalata, ma anche e soprattutto per aver preso parte a qualcosa di importante, di cui sentirsi orgogliosi per aver acceso o riacceso riflettori su situazioni, problematiche e storie che necessitano non di sole parole, ma di cuore e fatti concreti.

Autore

  • Giancarlo Mallarini

    Collaboratore di MaremmaOggi. Ho viaggiato sulla carta stampata, ho parlato alla radio e alla televisione. Ora ho la fortuna e il privilegio di scrivere online su maremmaoggi.net. Come lavagna uso il cielo. Maremma Oggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

Reset password

Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo un link per cambiare la tua password.

Powered by Estatik