Il credo calcistico di Malotti: «Punti figli delle prestazioni» | MaremmaOggi Skip to content

Il credo calcistico di Malotti: «Punti figli delle prestazioni»

Il tecnico del Grosseto guarda con rispetto al Figline: «Squadra organizzata che sta attraversando un buon momento»
Roberto Malotti, nuovo tecnico del Grosseto (foto Noemy Lettieri per Grosseto 1912)
Mister Roberto Malotti (foto Noemy Lettieri per Grosseto 1912)

GROSSETO. Quando mancano dieci turni al traguardo allo Zecchini atterra il Figline ottavo a 36 punti, succo di un cammino positivo dove non sono mancate prestazioni di spessore. Un avversario sano e spensierato, per questo non da sottovalutare. Il Grifone lo osserva con sospetto, e rispetto, conscio che contro questo tipo di squadre ha sempre dovuto soffrire per fare almeno un punto.

Sfida, dunque, da considerare delicata.

Mister Roberto Malotti e la sua truppa ne sono coscienti.

Malotti: «Figline collettivo organizzato e pericoloso»

«Il Figline è un collettivo organizzato e pericoloso, che attraversa il miglior periodo del campionato – dice Malotti – sviluppa un buon calcio difendendosi con ordine e ripartendo in velocità. Il Grosseto dovrà tenerne ben conto». Parole che descrivono le basi della gara inquadrandone le possibili trappole».

Inizia marzo, un mese cruciale, forse determinante per valutare fino in fondo le aspirazioni del Grifone. Cosa ne pensa?

«Io sono abituato a preparare le settimane, non i mesi. Resto concentrato sul Figline, non posso e non voglio guardare oltre, sarà una gara delicatissima e complicata. Al futuro ci penseremo dopo».

Il progetto Grosseto ha più bisogno di punti o di una buona prestazione?

«Non è l’ultima di campionato, quindi non è obbligatoria la vittoria. Guardo molto di più alla prestazione perché l’esperienza mi ha insegnato che si deve partire da quella, i punti arrivano se si cura questo aspetto. Viceversa sarebbero punti superflui, fini a se stessi. Poi è normale che il Grosseto giochi sempre cercando il successo, lo dicono le ambizioni. Ma in campo ci sono gli avversari, le situazioni imprevedibili e tante altre componenti impossibili da mettere in preventivo. Noi dobbiamo crescere attraverso le prestazioni».

Dove deve migliorare questo gruppo per arrivare alle buone prestazioni?

«Non abbiamo molto tempo, di solito si inizia a valutare gli uomini durante il ritiro estivo. In questa situazione vedo grande disponibilità, attenzione e desiderio di migliorarsi. Non saremo mai pienamente soddisfatti di quello che facciamo e vediamo, sarebbe la fine. Ci metteremo sempre in discussione, indipendentemente dai risultati sul campo. Continueremo fino alla fine a dare il meglio di noi tutti».

In meno di un mese cosa ha capito, umanamente e tecnicamente, dello spogliatoio?

«È un gruppo che mi fa stare bene, dove ci sto volentieri ed è la parte migliore di questa avventura perché quando sto bene con le persone riesco a dare il meglio di me. A 360 gradi sono contento di quello che vedo e avverto. Tecnicamente vedo una squadra con elevate potenzialità ancora non del tutte espresse in tutti gli aspetti. Tutti sono in continua evoluzione andando anche oltre le proprie caratteristiche ed è la cosa che più mi soddisfa e mi regala serenità».

Tra i convocati manca Arcuri per il riacutizzarsi dell’infortunio muscolare. In diffida Aprili, Grasso, Sabelli.

Portieri: Raffaelli, Sclano. Difensori: Aprili, Bruni, Davì, Grasso, Macchi, Porcu, Prati, Russo, Saio. Centrocampisti: Bensaja, Cretella, Sabelli, Sacchini. Attaccanti: Marzierli, Nocciolini, Riccobono, Rinaldini, Romairone.

Programma 25ª giornata serie D girone E

Sabato 2 marzo
Aquila Montevarchi – Sporting Club Trestina 1-1
Domenica 3 marzo (ore 14,30)
Grosseto – Figline (Davide Albano di Venezia; 1° ass. Matteo Lauri di Modena, 2° ass. Simona Cavallari di Ravenna)
Orvietana Calcio – Sangiovannese (Federico Bruschi di Ferrara; 1° ass. Stefano Orlando di Modena, 2° ass. Savino Sciotti di Bologna)
Pianese – Mobilieri Ponsacco (Bruno Spina di Barletta; 1° ass. Francesco Colucci di Padova, 2° ass. Alessandro Caricati di Conegliano)
Real Forte Querceta – Ghiviborgo (Paolo Isoardi di Cuneo; 1° ass. Lorenzo De Giulio di Nichelino, 2° ass. Riccardo Trionfante di Torino)
San Donato Tavarnelle – Poggibonsi (Andrea Santeramo di Monza; 1° ass. Gennantonio Martone di Monza, 2° ass. Matteo Franzoni di Lovere)
Seravezza Pozzi Calcio – Livorno (Andrea Mazzer di Conegliano; 1° ass. Simone Mino di La Spezia, 2° ass. Luca Rizzo di Pinerolo)
Tau Calcio Altopascio – Follonicagavorrano (Guido Verrocchi di Sulmona; 1° ass. Giuseppe Bosco di Lanciano, 2° ass. Federico Zugaro di L’Aquila)
Vivialtotevere Sansepolcro – Cenaia (Tommaso Vazzano di Catania; 1° ass. Giulio Pancani di Roma 1, 2° ass. Paolo Bianchi di Roma 1)
Classifica
Pianese 48
Livorno 44
Follonicagavorrano 44
Tau Calcio Altopascio 42
Grosseto 42
Seravezza Pozzi Calcio 39
Ghiviborgo 39
Figline 36
Sporting Club Trestina 35 *
Poggibonsi 34
San Donato Tavarnelle 31
Orvietana Calcio 26
Vivialtotevere Sansepolcro 26
Sangiovannese 25
Aquila Montevarchi 25 *
Real Forte Querceta 21
Mobilieri Ponsacco 12
Cenaia 12
* una partita in più

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati