Hub Pace: già 461 profughi ucraini accolti | MaremmaOggi Skip to content

Hub Pace: già 461 profughi ucraini accolti

L’attività dell’hub procede a pieno regime con 461 profughi accolti (dato di oggi 25 marzo). La maggior parte (433) è costituita da donne e minori
Il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e la prefetta Paola Berardino all’hub Pace

GROSSETO. Oggi il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna ha accompagnato la prefetta Paola Berardino all’hub Pace per la prima accoglienza dei profughi ucraini. Istituito dal Comune di Grosseto, l’hub è coordinato dalla Protezione civile insieme a tutto il mondo del volontariato, grazie anche alla collaborazione con la Prefettura, l’Asl, la Diocesi di Grosseto.  

Hub simbolo di efficienza

L’attività dell’hub procede a pieno regime con 461 profughi accolti (dato di oggi 25 marzo). La maggior parte (433) è costituita da donne e minori. I rifugiati vengono qui registrati e sottoposti al tampone di controllo per venire poi inseriti in un sistema di accoglienza a 360 gradi, pensato insieme alla Prefettura, all’Asl, alla Polizia municipale, alla Polizia di stato, alla Diocesi, alla rete della Protezione civile e insieme le associazioni di volontariato del territorio.

L’hub Pace riveste un ruolo cardine nell’agevolare le prime procedure burocratiche per l’accoglienza e nel mettere a disposizione di chi fugge dalla guerra attenzioni di persone che si dimostrano come amici, per dare loro conforto e pace, grazie anche alla presenza di mediatori culturali per superare gli ostacoli legati alle barriere linguistiche. Istituzioni e cittadini impegnati in un grande abbraccio solidale senza precedenti.

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected