Grifone, trionfo nel derby: un successo meritato e voluto | MaremmaOggi Skip to content

Grifone, trionfo nel derby: un successo meritato e voluto

La rete di Romairone ad inizio ripresa decide il match. Traversa di Dierna nel recupero. I risultati e la nuova classifica
Roberto Malotti, nuovo tecnico del Grosseto (foto Noemy Lettieri per Grosseto 1912)
Roberto Malotti, per lui un prezioso successo nel derby alla prima partita da allenatore del Grifone (foto Noemy Lettieri per Grosseto 1912)

Grosseto – Follonicagavorrano 1-0 (0-0)
GROSSETO (4-2-3-1): Raffaelli; Grasso (14′ st Saio), Davì, Prati, Aprili; Sabelli (26′ st Sacchini), Cretella; Riccobono (29′ st Bensaja), Rinaldini (45′ st Bruni), Romairone; Marzierli (36′ st Marzierli). A disposizione: Sclano, Macchi, Russo, Porcu. Allenatore: Roberto Malotti.
FOLLONICAGAVORRANO (4-3-1-2): Filippis; Mauro, Ampollini, Dierna, Botrini; Nardella (13′ st Macrì), Lo Sicco, Pignat; Modic (13′ st Grifoni, 28′ st Brunetti); Pino (36′ st Mencagli), Regoli (26′ st Souare). A disposizione: Marenco, Ceccanti, Masini, Barlettani. Allenatore: Marco Masi.
ARBITRO: Giovanni Castellano di Nichelino; 1° assistente Luca Chianese di Napoli, 2° assistente Alessia Cerrato di San Donà di Piave.
RETI: 2′ st Romairone.
NOTE: giornata di sole, vento assente, terreno in ottime condizioni. Osservato un minuto di raccoglimento per le vittime sul lavoro di Firenze. Spettatori 1600. Espulsi: Ammoniti: Modic, Grasso Calci d’angolo: 4 – 5. Recupero: 3′ + 5′.

Il Grosseto torna al successo

GROSSETO. Il Grosseto torna al successo sull’erba dello Zecchini piegando il Follonicagavorrano grazie al gol di Romairone dopo solo 2′ della ripresa. Vittoria incartata da una bella prestazione corale.

Al suo esordio biancorosso mister Malotti stravolge il Grifone. Difesa a 4 con Grasso, Davì, Prati, Aprili; centrocampo affidato ai tacchetti di Sabelli e Cretella, sulla trequarti il trio, a cui viene chiesto sacrificio e corsa, Riccobono, Rinaldini, Romairone, Marzierli è la punta avanzata.

Follonicagavorrano è avversario poco masticabile, sodo e moralmente a mille dopo la conquista della semifinale di coppa Italia di serie D.

Il Folgav è biancorossoblù, Filippis verde, Grifone in bianco, Raffaelli giallo accecante, terna arancione.

Grosseto-FolGav, la cronaca

Lo scambio Rinaldini – Sabelli – Marzierli scalda lo Zecchini (3′), Filippis controlla il tiro. Lo Sicco dalla distanza al 6′, Raffaelli chiude. Questo è il succo dei primi nove minuti di gara dove i ragazzi di Masi appaiono assemblati meglio col Grosseto sempre all’erta per sviluppare azioni avanzate non banali.

Marzierli centra il legno (11′) alla destra di Filippis concludendo una manovra in area avversaria, seconda, ghiotta occasione per il bomber biancorosso. Primo corner per il Grifone al 17′, che spinge con grande intensità per poi chiudersi a riccio per chiudere la strada alle repliche del Folgav.

Raffaelli al limite dell’area deve mettere in fallo laterale (20′), Riccobono è colpito irregolarmente da Modic (23′), Raffaelli vola deviando di pugno (24′) un cross non facile da controllare.

Dierna interrompe un lancio rasoterra destinato alo scatto di Marzierli (27′), Aprili, in area, si oppone con coraggio ad un tiro, che sarebbe stato velenoso (30′). Spuntano interventi al di sopra delle regole con l’arbitro Castellano propenso a far giocare con un metro di giudizio abbastanza largo (33′). P

rimo angolo per il Folgav al (34′) dove Raffaelli interviene nel mucchio e allontana. Grifone in rete con Romairone al 36′ annullato per fallo sul portiere, risposta di Ampollini, sempre di testa, alto (38′). Le squadre si scambiano errori di impostazione e passaggi fuori misura. Grasso corre sulla destra, cross, controllo e tiro di Marzierli, fuori (47′).

Prima frazione che finisce a reti bianche, ma il Grifone può strapparsi i capelli per il palo di Marzierli e la rete cancellata a Romairone, decisione senza reale fondamento.

Ripresa, subito Romairone

Ripresa. Non variano i 22 in campo, ma cambia subito il risultato: al 2′ Romairone, appostato sul secondo palo, devia il cross di Grasso battendo Filippis, 1-0. La risposta del Folgav è pericolosa, Regoli non trova lo specchio (4′) e al 5′ la difesa biancorossa sventa una nuova incursione mettendo in angolo, veloce capovolgimento di fronte, la conclusione di Rinaldini è messa in corner (5′), secondo tempo al galoppo.

Raffaelli esce dai 16 metri, controlla e smista il gioco (9′), situazione delicata ma apprezzabile. Cretella al tiro al 10′, alto. Il direttore di gara non varia il tema dei giudizi, si gioca comunque.

Marzierli e il fuorigioco, un amore non condiviso (20′). Marzierli trova lo specchio e i guanti di Filippis (24′), prova Riccobono al 28′, alto. Mauro, vicino ai pali, impegna Raffaelli in un intervento difficile (33′), adesso è il Folgav a premere, Dierna tenta il pallonetto, Raffaelli lo neutralizza (36′), Rinaldini scalda le mani di Filippis al 38′, Pignat dalla lunga distanza, alto (45′).

Cinque i minuti di recupero. La traversa di Dierna sul quinto corner nega il pari al Folgav, si pareggiano i legni. Finisce qui.

Serie D, risultati e classifica

  • Tau Calcio Altopascio  – Livorno 1-2
  • Aquila Montevarchi – Figline 1-2 
  • Ghiviborgo – Ponsacco 4-3
  • Grosseto 1912 – Follonica Gavorrano 1-0
  • Orvietana Calcio – Cenaia 1969 2-0
  • Pianese  – Sporting Club Trestina 1-1
  • Real Forte Querceta  –  Poggibonsi 1-0
  • San Donato Tavarnelle – Sangiovannese 1-2
  • Vivi Altotevere Sansepolcro – Seravezza Pozzi Calcio 1-0

 

  • Pianese 45
  • Livorno 41
  • Grosseto 41
  • Follonica Gavorrano 41
  • Tau Calcio Altopascio 39
  • Seravezza Pozzi Calcio 39
  • Ghiviborgo VDS 39
  • Sporting Club Trestina 34
  • Figline 1965 33
  • Poggibonsi 31
  • San Donato Tavarnelle 30
  • Vivi Altotevere Sansepolcro 26
  • Aquila Montevarchi 24
  • Sangiovannese 24
  • Orvietana Calcio 23
  • Real Forte Querceta 21
  • S.C. Cenaia 1969 12
  • Mobilieri Ponsacco 11

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati