Grifone nel caos: arriva il "non presidente" e il ds se ne va Skip to content

Grifone nel caos: arriva il “non presidente” e il ds se ne va

Tutto contro tutti alla presentazione della nuova dirigenza. L’ad Cinelli s’infiamma: «Per me il presidente è ancora Di Matteo». Mussi lascia la società prima dell’insediamento
Petritola, Guida e Anellucci

GROSSETO. Guida è arrivato al centro sportivo di Roselle e il ds Andrea Mussi, invece, ha alzato i tacchi. È cominciata così l’ennesima giornata di caso, sabato 10 settembre, per il Grosseto calcio. Nel quartier generale biancorosso era stata convocata, rompendo il silenzio stampa, la conferenza per la presentazione del nuovo presidente. Invece, è stata la volta di una non presentazione. 

Un ennesimo schiaffo alle speranze di una città, di disattenzione nei confronti dei tifosi, di mancanza di considerazione, insomma, verso le magliette biancorosse contemporaneamente impegnate a lavorare durante la rifinitura per preparare la gara col Seravezza Pozzi, verso il tecnico Silva e l’intero staff tecnico. Tutto questo non basta per comprendere l’amarezza accumulata durante la riunione dove erano presenti Pierluigi Petritola, Salvatore Guida e Claudio Anellucci (quest’ultimo non è stato nemmeno presentato).

L’estratto finale è che, ad oggi, il presidente in carica è ancora Nicola Di Matteo.

Cosa è stato detto alla conferenza stampa

Il preambolo di Guida è indicativo: «Questa conferenza andava fatta in maniera diversa, in tempi diversi, cioè quando il quadro generale era chiaro perché l’accordo già concluso con Di Matteo ha bisogno di essere ratificato in tutti i suoi dettagli per essere considerato operativo – ha detto –  Domenica avrei voluto essere un semplice spettatore allo Zecchini per osservare la squadra contro il Seravezza».

Al contrario si è deciso di aprire le porte in anticipo con Guida a presentarsi illustrando il programma: «Far tornare il Grifone nei territori che merita», ha detto Guida, il mercato: «Ci saranno interventi per migliorarci e vivere un campionato senza sofferenze», ha sottolineato, e le cariche societarie: «Stiamo valutando le persone».

Una di queste è Luigi Cinelli, attuale amministratore delegato, presente all’incontro tra i media, che a quel punto decide di intervenire sollevando disapprovazioni tipo: «Non è questa la sede e il momento di parlare di queste questioni».

Ma Cinelli prende il largo: «Non sono seduto a quel tavolo perché conosco un solo presidente, e si chiama Di Matteo. Voi siete ospiti della mia società, di fatto sono ancora l’amministratore delegato di Di Matteo e voi non siete nulla».

L’abbandono di Mussi

Era presente alla conferenza stampa anche Andrea Mussi, ovvero il nuovo direttore sportivo dopo Quistelli e Ciccone. L’andamento della riunione non è piaciuto affatto alla nuova figura tecnica, che ha deciso di andarsene – è ufficiale – prima di insediarsi. L’emorragia prosegue, incessabile. 

Il saloon di Nevada City, alla faccia del silenzio stampa indetto per tutelare la squadra, si infiamma come un fiammifero. Subito dopo cala il sipario sulla stanza dove tutti sono contro tutti, dove non si riconosce l’amico dal nemico, dove il calcio e il Grifone escono con le ossa rotte e la consapevolezza di essere in balia di disegni poco chiari e molto, molto nebulosi.

I prossimi appuntamenti del Grifone

Questi i 23 convocati dal tecnico Silva: Battistoni, Bramati, Bruno, Carannante, Cauterucci, Cesaroni, Ciolli, Cipolletta, Columbu, Crivellaro, Di Bonito, Fabri, Lazzari, Luzzetti, Martino, Panza, Plitko, Rotondo, Scaffidi, Scognamiglio, Tiberi, Tripicchio, Veronesi. Sono assenti Aleksic, dovrebbe rientrare tra 12 giorni, Bajic, ancora alle prese con la pubalgia, e Frabotta non disponibile per la gara.

Le partite della 2ª giornata del girone E di serie D 11/09/22 (alle 15):

Arezzo – Follonicagavorrano (Rodigari di Bergamo; Boato di Padova, Storgato di Castelfranco Veneto)
Città di Castello – Ghiviborgo (Guitaldi di Rimini; Carchesio di Lanciano, Lombardi di Chieti)
Grosseto – Seravezza Pozzi (Dini di Città di Castello; Piomboni di Città di Castello, Vagnetti di Perugia)
Livorno – Sangiovannese (Piccolo di Pordenone; Alfieri di Prato, Jordan di Firenze)
Mobilieri Ponsacco – Terranuova Traiana (Grieco di Ascoli Piceno; Pascoli di Macerata, Gasparini di Macerata)
Montespaccato – Flaminia Civitacastellana (D’Andria di Nocera Inferiore; Cafisi di Nocera Inferiore, Romeo di Reggio Calabria)
Ostia Mare – Orvietana (Savino di Torre Annunziata; Ferrara di Castellammare di Stabia, Eliso di Castellammare di Stabia)
Pianese – Poggibonsi (Pasculli di Como; Galigani di Sondrio, Nechita di Lecco)
Tau Calcio Altopascio – Sporting Club Trestina (D’Agnillo di Vasto; Mititelu di Torino, Merlino di Asti).

Classifica

Ghiviborgo 3
Arezzo 3
Poggibonsi 3
Follonicagavorrano 3
Sangiovannese 3
Terranuova Traiana 3
Pianese 3
Livorno 1915 3
Città di Castello 1
Seravezza Pozzi calcio 1
Sporting Club Trestina 0
Flaminia Civitacastellana 0
Ostia Mare 0
Tau Calcio Altopascio 0
Montespaccato 0
Grosseto 1912 0
Mobilieri Ponsacco 0
Orvietana Calcio 0

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected