Furti a raffica in città, arrestato 25enne | MaremmaOggi Skip to content

Furti a raffica in città, arrestato 25enne

Ha colpito in una scuola, in diversi bar e anche in associazioni sportive e cooperative: pochi spiccioli di bottino e una lunga scia di danni. Ora è in carcere
una auto dei carabinieri
Carabinieri

GROSSETO. Decine di furti, fatti quasi in serie. In locali, sedi di associazioni ma anche scuole della città. Avvenuti tutti nel giro di poche settimane, dal 15 settembre al 17 ottobre. È per questo raid che Davide Bizzarri, venticinquenne originario di Follonica, difeso dall’avvocato Alessandro Ragazzini Fuligni, è stato portato in carcere. Il ragazzo, originario di Follonica, è stato interrogato dal giudice per le indagini preliminari Marco Mezzaluna

Via con pochi spiccioli, latte e biscotti

Per ogni furto commesso nelle ultime settimane, Bizzarri non ha avuto la fortuna di farla franca. La prima volta, è stato sorpreso dai carabinieri dentro al Polo Arcobaleno, scuola d’infanzia in via Ungheria. Bizzarri era entrato dopo aver forzato una finestra e si era messo a dormire dentro. E mentre si trovava nella scuola, si era messo a cercare qualcosa da rubare: era riuscito a trovare una forbicina, un felpa, un cappellino, ma anche latte e biscotti

Della sua presenza se n’era accorto il personale scolastico che aveva chiesto l’intervento dei carabinieri: il giovane era stato identificato e perquisito. Addosso i militari gli avevano trovato, oltre al materiale rubato, anche un coltello da cucina con lama lunga 12 centimetri e una tronchese

Dopo la notte passata a dormire a scuola, il venticinquenne è entrato anche nell’ufficio della cooperativa La Gerbera, spaccando la porta d’ingresso, e portando via il fondo cassa di 150 euro, alcune orchidee, di due vasi di ceramica e un po’ di concime. Lo stesso era successo nella sede dell’associazione Atletica Banca Tema, da dove aveva portato via un pc portatile, una busta con delle monete e alcune cioccolate. 

Qualche giorno dopo era stata la volta del bar Milady in via Scansanese: qui aveva spaccato una vetrata e aveva portato via del tabacco per un valore di 300 euro, bevande per 40 euro e una cassetta con i Gratta e vinci già giocati, oltre a varie ricevute Sisal. 

Raid in bar e ristoranti

Era toccato poi al Delfinus beach bar di Marina di Grosseto, dove erano stati portati via 40 euro in contanti e sei bottiglie, tra Martini e birre. Lo stesso era successo al ristorante Fiumara beach, dove, dopo aver spaccato una porta di legno, ha portato via 15 euro da un cassetto. 

Carabinieri e polizia, ricevute le denunce dei proprietari di locali e associazioni e dopo aver visionato, in molti casi, le immagini degli impianti di videosorveglianza, hanno riconosciuto il ragazzo. 

Bizzarri, 25 anni, è, secondo il giudice Mezzaluna, «un ladro seriale che fa del furto la fonte di approvvigionamento dei propri mezzi di sussistenza», scrive nell’ordinanza di custodia cautelare. L’unico modo per fermarlo, quindi, è il carcere: colto più volte con le mani nel sacco, il giovane non si è mai fermato. Per questo il giudice ha deciso di farlo portare in carcere. 

 

 

 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected