Donazioni ad Ammec in memoria di Silvano | MaremmaOggi Skip to content

Donazioni ad Ammec in memoria di Silvano

L’iniziativa della Fiab insieme ai familiari del ciclista morto durante un giro in sella alla sua bici: eccome come fare per donare
Silvano Daviddi

GROSSETO. Centinaia di messaggi di cordoglio, migliaia di lacrime versate. La morte di Silvano Daviddi, 61 anni, scomparso il 16 febbraio durante un giro in bici, ha provocato un’ondata di dolore incommensurabile in città. Dove il ciclista, anima della Fiab e dell’Auser, era molto conosciuto e stimato. 

Silvano era il primo a farsi avanti, quando qualcuno aveva bisogno. E questo spirito è quello che i familiari dell’uomo e i suoi tanti amici vogliono oggi ricordare. 

Donazioni per l’Ammec in ricordo di Silvano

Venerdì 16 febbraio, Daviddi si è sentito male mentre stava percorrendo un tratto di strada che conosceva a occhi chiusi, quella lungo la quale si affronta la salita delle Capannelle e la discesa che anticipa il borgo di Batignano. 

«Ciclista per passione da tantissimi anni, Silvano è stato uno dei protagonisti della storia sociale di Fiab Grosseto Ciclabile, distinguendosi per l’allegria e la simpatia che sapeva regalare al gruppo in ogni occasione – dicono alla Fiab – Impegnato nel sociale, affiancava la bicicletta al servizio come volontario con la locale Auser. Stravedeva per i bambini, partecipando in prima persona ad iniziative di supporto alla ricerca delle malattie rare, spronando anche l’associazione a partecipare».

Della Fiab, Daviddi era componente del consiglio direttivo.

In sua memoria, in accordo con i familiari, e per dare seguito al progetto a cui Silvano si stava occupando ultimamente, la Fiab ha predisposto una donazione di 300 euro a favore di Ammec onlus (Associazione malattie metaboliche e congenite) sul conto corrente presso Banca Terre di Maremma e Valdichiana Credito Cooperativo, coordinate bancarie: IT10F0885114304000000200175 con l’invito a chi ci legge di sostenere questo progetto di solidarietà.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati