Dona il gettone di presenza per lasciare la spesa sospesa Skip to content

Dona il gettone di presenza per lasciare la spesa sospesa

La consigliera del Pd ha acquistato dei carnet al supermercato che distribuirà a chi ha bisogno
La consigliera Rita Bernardini

GROSSETO. Lo aveva annunciato già quando era stata eletta consigliera comunale: il gettone di presenza, lo avrebbe donato a chi ne avrebbe avuto bisogno. E ora che la crisi economica, anche in città, si fa sentire ancora di più, ha deciso che il momento è arrivato.

Per aiutare chi è in difficoltà, la consigliera comunale del Pd Rita Bernardini, lascerà la spesa sospesa. 

Un aiuto a chi ha più bisogno

Un anno fa, quando Bernardini è entrata in consiglio, aveva promesso che il gettone di presenza che le sarebbe stato corrisposto per le sedute dell’assise e per le commissioni li avrebbe donati in beneficenza. «Qualcuno ebbe da storcere la bocca dicendo che in questo modo non davo valore al lavoro del consiglio – ricorda – ma la mia scelta è tutt’altro che questo. Rispetto a tanti colleghi consiglieri, io lavoro per un’azienda che mi autorizza a partecipare alle riunioni. Non perdo nulla, i soldi del gettone sono in più. Ho uno stipendio fisso e la possibilità di fare politica. Visto che i soldi che prendiamo per partecipare alle sedute e alle commissioni sono soldi del Comune, quindi dei cittadini, ho semplicemente deciso di restituirli». 

Gettone di presenza che vale 35 euro lordi a seduta. 

Rita Bernardini è dipendente della società Autolinee Toscana. «Questo mi permette di dedicarmi alla politica – spiega – e proprio per questo vorrei che questo mio impegno servisse per aiutare gli altri». 

La consigliera Bernardini si è rivolta a un amico che ha un supermercato e ha deciso di acquistare, con i soldi che ha percepito come consigliera, i carnet della spesa, che distribuirà direttamente. «Vorrei che le persone che hanno bisogno – dice – si rivolgessero a me direttamente. Poco tempo fa, parlando con un’amica, mi diceva delle difficoltà che stava attraversando. Credo che non ci sia nulla di male a chiedere una mano quando si attraversa un periodo di difficoltà. Questa crisi sta colpendo un po’ tutti, anche chi fino ad oggi non ha avuto problemi». 

 

 

Autore

  • Francesca Gori

    Redattrice di MaremmaOggi. Da bambina avevo un sogno, quello di soddisfare la mia curiosità. E l'ho realizzato facendo questo lavoro, quello della cronista, sulle pagine di MaremmaOggi Maremma Oggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

Reset password

Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo un link per cambiare la tua password.

Powered by Estatik