Concessioni, Pizzichi all'attacco: «Delibera inopportuna» | MaremmaOggi Skip to content

Concessioni, Pizzichi all’attacco: «Delibera inopportuna»

Il consigliere d’opposizione attacca il Comune sulla scelta di mettere a bando le concessioni nel 2025 e chiede la proroga almeno fino al 2033
Turismo a Follonica, la spiaggia di Pratoranieri. Sullo sfondo Torre Mozza
La spiaggia di Follonica affollata di turisti

FOLLONICA. Sul tema delle concessioni demaniali, e specificatamente sulla delibera numero 400 dello scorso dicembre, interviene anche il consigliere comunale di minoranza Daniele Pizzichi appoggiando senza se e senza ma il parere espresso nei giorni scorsi dalla Confesercenti.

Pizzichi, per argomentare la sua opinione, risale all’agosto 2020, anno in cui il Comune di Follonica emanò un avviso pubblico con il quale – spiega Pizzichi – «rendeva noto l’elenco delle istanze di estensione al 2033 delle concessioni demaniali marittime pervenute, ordinandone la pubblicazione per venti giorni in ossequio all’articolo 18 del Codice della Navigazione e invitava espressamente tutti coloro che ne avessero interesse a presentare per iscritto le osservazioni e/o opposizioni ritenute opportune a tutela di eventuali contro interessi o diritti avvisando esplicitamente che, trascorso il termine per la presentazione delle osservazioni e/o opposizioni, si sarebbe proceduto a dare ulteriore corso alle istanze di estensione pervenute». 

«Proroga fino al 2033»

Secondo il consigliere quindi, dal momento che con quell’atto il Comune prolungava la durata delle concessioni demaniali marittime in assenza di osservazioni e opposizioni fino al 31/12/2033, ritiene che quelle stesse concessioni debbano mantenere quella data di validità.
La stessa procedura è stata seguita dal Comune di Castiglione della Pescaia dove il 30 novembre scorso il Consiglio di Stato ha riconosciuto al comune di Castiglione di aver agito correttamente nell’estendere le concessioni balneari fino al 2033.

«Nonostante questo – fa presente Daniele Pizzichi – l’amministrazione comunale di Follonica ha incredibilmente rinnegato quanto deliberato dalla stessa giunta nel 2019, decidendo di avviare le procedure per una nuova evidenza pubblica per pervenire all’affidamento dal 01/01/2025 e lasciando tutti gli operatori follonichesi in una situazione di difficoltà ed incertezza».

«Sinceramente – confessa il consigliere di minoranza – non riesco a capire per quale motivo il comune di Follonica, unico in tutta la regione, abbia deciso di approvare l’ultima sciagurata delibera togliendo così la possibilità a tutti gli imprenditori di programmare il lavoro e gli eventuali investimenti futuri. Per una città come Follonica il settore dei balneari è di fondamentale importanza pertanto non si possono, come fatto dall’amministrazione comunale uscente, abbandonare gli imprenditori di un settore fondamentale come quello del turismo balneare;  senza considerare che quella stessa delibera ostacola lo sviluppo di tutti i progetti pluriennali in programmazione e anche lo svolgimento della riprofilatura dell’arenile nonché il piano collettivo di salvataggio».

«La giunta – conclude Pizzichi – dovrebbe ascoltare i concessionari, evitando così decine di ricorsi al Tar ed il conseguente caos che ne deriverebbe».

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati