Civica benemerenza a Rosichini e Banchi: stavolta il consiglio approva unanime Skip to content

Civica benemerenza a Rosichini e Banchi: stavolta il consiglio approva unanime

Dopo il rinvio di qualche settimana fa quando scoppiò il caso-Lega, stavolta il voto è stato unanime per il campione di beach tennis e l’allenatore di basket
Damiano Rosichini e Luca Banchi
A sinistra Damiano Rosichini, a destra Luca Banchi

GROSSETO. L’altra volta, quando scoppiò il caso Lega, il voto non ci fu. Stamani, martedì 27, con voto unanime il consiglio comunale si è espresso per il conferimento della civica benemerenza a Luca Banchi e Damiano Rosichini, due eccellenti sportivi grossetani che hanno onorato il nome della nostra città nel panorama sportivo internazionale. 

Il primo cittadino Antonfrancesco Vivarelli Colonna e il presidente del consiglio comunale Fausto Turbanti hanno espresso la loro ammirazione per il contributo di Banchi e Rosichini nella promozione sportiva del nostro territorio.

«Due atleti grossetani da portare a esempio e che hanno onorato e dato lustro alla nostra città  nel mondo – commentano –. Le loro vittorie sono simbolo non solo di eccellenza sportiva, ma anche di determinazione e impegno nella vita quotidiana». 

Viva soddisfazione anche da parte dell’assessore Luca Agresti per il sostegno ricevuto dai consiglieri comunali nell’approvare all’unanimità questa iniziativa, sottolineando l’importanza di premiare e riconoscere il talento e il duro lavoro di due figure significative per la comunità grossetana.

«A nome dell’Amministrazione comunale – commenta – ringrazio tutti i consiglieri che hanno accolto favorevolmente la nostra richiesta nel voler concedere le due benemerenze. Un gesto emblematico che testimonia la volontà comune di  riconoscere e premiare queste due straordinarie figure».

Cirillo: «Premiamo Damiano anche per la sua battaglia»

Fra i tanti interventi da sottolineare quello di Ciro Cirillo, consigliere Pd: «Ricordiamo che Damiano è campione anche in altro. Perché lui è stato vittima di un bruttissimo incidente nel giugno del 2022 e ha lottato per tre mesi fra la vita e la morte. Quindi che lui sia anche da esempio per la battaglia che ha vinto fuori dallo sport. E in parte la sta ancora combattendo e avrà coraggio in più grazie a questo nuovo atto. Usiamolo anche per campagne di sensibilizzazione, perché è un leone».

Quanto prima, in base agli impegni dei due, in particolare Banchi che allena sia la Virtus Bologna che la nazionale di basket lettone, sarà decisa la data della consegna ufficiale.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati