Caro carburanti: una grossetana dà voce alla protesta nazionale Skip to content

Caro carburanti: una grossetana dà voce alla protesta nazionale

Giulia Cardini, presidente Faib Confesercenti provinciale, chiamata da Lilli Gruber su La7 a spiegare le ragioni dello sciopero dei gestori (poi congelato)
Giulia Cardini e Lilli Gruber
Giulia Cardini con Lilli Gruber

GROSSETO. La giovane presidente Faib Confesercenti di Grosseto in diretta tv alla trasmissione Otto e mezzo, condotta da Lilli Gruber su La7, subito dopo il tg. Giulia Cardini, eletta presidente nel novembre 2022, è stata chiamata a rappresentare i gestori dei distributori italiani, messi in croce, come gli automobilisti, dai rincari delle ultime settimane.

In collegamento da Grosseto, ha evidenziato i problemi del settore carburante. «Parlare di aumento del carburante significa parlare di aumento del costo della vita. Non è un problema di governi di destra o sinistra» ha precisato.

«Non abbiamo problemi a esporre un ulteriore cartello, ma si tratta di ulteriori oneri e burocrazia a nostro carico. Oltre al fatto che sono previste una serie di sanzioni anche solo se ci dimentichiamo di comunicare un prezzo. Vorrei ricordare che non siamo noi a decidere quanto costa il carburante – conclude – Magari poi, tra i tanti cartelli esposti, metteremo anche costa a noi la benzina».

Lo sciopero dei benzinai il 25 e 26 gennaio prossimi, intanto, è stato congelato dopo l’incontro con il Governo.  

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected