Bonuccelli: «Siamo in crescita psicofisica», Riccobono squalificato | MaremmaOggi Skip to content

Bonuccelli: «Siamo in crescita psicofisica», Riccobono squalificato

Il successo a Forte dei Marmi ha fatto bene, il mister ritrova l’espressione di sempre: «La nostra rosa dà comunque ampie garanzie»
Grosseto-Tau, mister Vitaliano Bonuccelli
Grosseto-Pianese, mister Vitaliano Bonuccelli

GROSSETO. Per l’ottava volta il Grifone ritrova l’erba di casa. L’ospite si chiama San Donato Tavarnelle, sceso dalla serie C, alla ricerca di punti per dare maggiore visibilità alla propria classifica.
Settimana tranquilla in casa biancorossa.

I benefici del successo a Forte dei Marmi, il secondo della stagione, si sono dimostrati utili per rilanciare la fiducia dopo un periodo di interrogativi non particolarmente gioiosi e anche insospettabili a inizio campionato confermando quanto sia ostica e impervia questa categoria. Adesso, quando mancano tre partite alla chiusura dell’anno e del girone di andata, si aprono le porte a nuove prospettive, questa volta circondate da una migliore consapevolezza svestita dai troppi fronzoli e nocivi proclami. In tre parole: umiltà, fari spenti, serenità.

Il mister ha ritrovato l’espressione di sempre, tranquilla e fiduciosa, l’uomo Bonuccelli ha ricaricato le pile dopo l’abbassamento di tensione dovuto ad un velo di pessimismo durato una settimana. Probabilmente i tanti, troppi turbamenti creati dalle aspettative, i riflettori sempre accesi, le polemiche della piazza, le ininterrotte interviste, non appartengono al suo modo di vivere il calcio, cioè in con l’antica distensione respirata in altri campi molto meno complicati dello Zecchini. Questione di adattamento, nel frattempo ha fatto capire, e vedere, che il calcio lo morde come il panettone.

Grifone: L’intervista a mister Bonuccelli

Uno sguardo allo spogliatoio.
«Mancherà Riccobono per squalifica (quinta ammonizione n.d.r.), comunque la nostra rosa da ampie garanzie per non avvertire questa assenza. In passato non mi sono mai lamentato delle defezioni e non piango adesso. Il nostro compito è chiaro, servono i successi e la squadra farà tutto il possibile per assolverlo anche se è difficilissimo. Il San Donato si difende con tanti uomini, incassa pochi gol (10), alla luce di questo la squadra dovrà avere un grande atteggiamento, aggressività e ritmo. Soprattutto dovrà avere grande pazienza evitando di lavorare spinta dalla fretta. Sfruttare le occasioni diventa primario, contemporaneamente non bisogna scoprirsi perché l’avversario davanti ha due giocatori veloci e molto bravi nell’uno contro uno».

A Forte dei Marmi si è notata l’ottima prestazione degli esterni Macchi e Arcuri. Una variante su cui insistere?
«Il nostro atteggiamento tattico avrebbe dovuto essere sempre questo. Il condizionale è dipeso da tante cause. Macchi adesso ha una condizione migliore, totalmente diversa da quella di qualche settimana indietro. Arcuri fisicamente ha prodotto sempre partite positive, domenica scorsa ha aggiunto le qualità che possiede portando benefici alla squadra fino a firmare le rete della tranquillità. Allargare il gioco è fondamentale per aggirare difese rocciose come il San Donato Tavarnelle come è basilare sfruttare le nostre qualità, che sono molte. La nostra condizione psicofisica è in crescita, si è ritrovata quella tranquillità necessaria per correre senza tante trappole mentali. Questo è indipendente da chi gioca o siede in panchina».

La partita di domenica 10 dicembre

Torna l’iniziativa “Il Grifone è di tutti”, progetto che distribuisce in città novanta ingressi gratuiti di curva nord.

Per soddisfare le ingenti richieste dei più giovani, la società ha deciso, in via eccezionale, di destinare questi novanta tagliandi agli alunni della scuola primaria Toti di via Monte Bianco. Dal prossimo incontro casalingo verranno inoltre regolarmente ripristinati i biglietti omaggio a favore delle associazioni con scopo benefico e delle discipline sportive diverse dal calcio.

Il giorno della gara la biglietteria di piazza Donatello sarà disponibile a partire dalle 12.

I 20 convocati: Aprili, Arcuri, Bensaja, Bruni, Carannante, Cerone, Cretella, Gianassi, Giuliani, Giustarini, Grasso, Macchi, Marzierli, Presicci, Raffaelli, Rinaldini, Rotondo, Sabelli, Saio, Schiaroli.

Programma 15ª giornata serie D girone E 10 dicembre (ore 14,30)

  • Cenaia – Poggibonsi (Luigi Scicolone di San Donà di Piave; 1° ass. Gerardo Graziano di Vicenza, 2° ass. Alessandro Caricati di Conegliano)
  • Figline – Sporting Club Trestina (Gerardo Garofalo di Torre del Greco; 1° ass. Dario Fantaccione di Cinisello Balsamo, 2° ass. Francesca Algieri di Milano)
  • Follonicagavorrano – Mobilieri Ponsacco (Flavio Barbetti di Arezzo; 1° ass. Carmela De Rosa di Napoli, 2° ass. Mario Scala di Castellammare di Stabia)
  • Grosseto – San Donato Tavarnelle (Vincenzo D’Ambrosio di Collegno; 1° ass. Luca Perlamagna di Carrara, 2° ass. Lorenzo Gatto di Collegno)
  • Orvietana Calcio – Aquila Montevarchi (Emanuele Boccuzzo di Reggio Calabria; 1° ass. Manuel De Lucia di Frosinone, 2° ass. Angelo Celestino di Reggio Calabria)
  • Sangiovannese – Livorno (Stefano Selva di Alghero; 1° ass. Gennaro Scafuri di Reggio Emilia, 2° ass. Alessandro Pascoli di Macerata)
  • Seravezza Pozzi Calcio – Ghiviborgo (Ferdinando Toro di Catania; 1° ass. Gianluca Stella, 2° ass. Filippo Scorteccia di Firenze).
  • Tau Calcio Altopascio – Real Forte Querceta (Ernesto Lepera di Rossano; 1° ass. Alessandro Tangaro di Molfetta, 2° ass. Filippo Panebarca di Foggia)
  • Vivialtotevere Sansepolcro – Pianese (Michele Maccorin di Pordenone; 1° ass. Simone Grillo di Pordenone, 2° ass. Roberto Presotto di Pordenone)

Classifica

  1. Pianese 33
  2. Seravezza Pozzi Calcio 32
  3. Grosseto 28
  4. Livorno 28
  5. Follonicagavorrano 27
  6. Tau Calcio Altopascio 24
  7. Figline 21
  8. San Donato Tavarnelle 21
  9. Ghiviborgo 21*
  10. Sporting Club Trestina 20
  11. Poggibonsi 16
  12. Orvietana Calcio 15*
  13. Aquila Montevarchi 13
  14. Sangiovannese 12
  15. Vivialtotevere Sansepolcro 11
  16. Real Forte Querceta 8
  17. Mobilieri Ponsacco 7
  18. Cenaia 5
    * una partita in meno

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati