Bonuccelli: «Il nuovo modulo ci ha permesso di fare due buone prestazioni» | MaremmaOggi Skip to content

Bonuccelli: «Il nuovo modulo ci ha permesso di fare due buone prestazioni»

Parla il tecnico alla vigilia della sfida con il Tau. Intanto arriva Nocciolini
Nocciolini torna al Grifone

GROSSETO. La figura di Vitaliano Bonuccelli trasmette tranquillità, il successo esterno di Seravezza ha funzionato da alta pressione sgombrando il cielo tornato azzurro e limpido.
A livello personale quanto è costato dover variare il modulo?
«Non sono venuto a Grosseto per mostrare il mio modulo ma solo perché il progetto era molto interessante. È probabile che abbia insistito troppo sul 3-4-2-1, a cui credo ancora fermamente, e non è detto che si possa ritornare a questo sistema. Resto convinto che avanti abbiamo giocatori importanti, ne farei giocare anche 4 contemporaneamente, ma nel calcio gli equilibri sono sostanziali. Col nuovo atteggiamento (3-5-2) sono arrivate due prestazioni positive confortate da una ritrovata condizione fisica, una voglia di vincere più convinta. Adesso resteremo su questa strada, ma ripeto anche che la vecchia non viene archiviata per il futuro».
Il Tau in trasferta ha segnato 18 gol, su un totale di 32, subendone 11. In teoria è una formazione che gioca senza fare troppi calcoli.
«È una squadra che gioca a calcio. Come il Grosseto in questo momento registra qualche defezione tra i fuori quota e le alternative sono poche a differenza degli over. Per questo ultimamente hanno dovuto rivedere l’undici titolare ma resta un avversario da giudicare insidioso. Da parte nostra serve la continuità perché il tempo si riduce. Tra i ragazzi ho rivisto la foga giusta per cercare il successo, l’attaccamento e la rabbia necessarie per fare buone partite. Sono sereno, il successo di Seravezza ci deve essere di esempio. Perché a fine gara rientro subito negli spogliatoi? Mi piace lasciare il palcoscenico alla squadra, i meriti sono i loro e si meritano l’abbraccio dei tifosi».
Un riflettore acceso su Aprili il cui rendimento a Seravezza è stato alto.
«In questo periodo è un giocatore importante, ha grande senso della posizione, è una sicurezza. Anche Macchi è cresciuto molto, il gol decisivo di Seravezza gli ha dato fiducia».
Cosa significa l’arrivo di Nocciolini?
«Ci porta centimetri e forza in attacco. Nell’ultimo periodo non ha giocato molto, ha avuto un problema al polpaccio e l’influenza, ha svolto un solo allenamento. Avrà bisogno di tempo per sistemare la condizione fisica, poi ci potrà dare una mano aggiungendosi alle possibili variazioni in attacco».
In generale il girone presenta qualche smagliatura nella parte alta della classifica.
«Penso che nel ritorno nulla sia scontato. Sono tutte sfide difficili, serviranno massima attenzione nello sfruttare le occasione da rete. Saranno 14 finali, una lotta tra 5-6 squadre, che durerà fino al termine».
I 20 convocati: Aprili, Bensaja, Bojinov, Cretella, Davì, Grasso, Macchi, Marzierli, Nocciolini, Passalacqua, Porcu, Raffaelli, Riccobono, Rinaldini, Romairone, Russo, Sabelli, Sacchini, Sclano, Simi. Assenti: Morelli e Giustarini, le quote Saio, Prati, Arcuri e Bruni.

Arriva Manuel Nocciolini

Perfezionato il tesseramento di Manuel Nocciolini, che torna così a vestire il biancorosso dopo la parentesi in serie C da gennaio 2022 a giugno 2022, esperienza contrassegnata da 5 reti in 17 presenze.

L’attaccante, classe 1989, ha collezionato oltre 390 gettoni nei professionisti, dimensione conquistata definitivamente dopo l’exploit in serie D al Forlì nel campionato 2015-2016, annata caratterizzata da 25 gol: performance che hanno fatto guadagnare al calciatore la chiamata del Parma con il quale ha vinto il campionato di serie C 2016-2017 tramite playoff, segnando anche la rete decisiva nella finale contro l’Alessandria per un totale di 12 centri. Nocciolini poi è rimasto alla corte dei ducali anche in serie B fino al gennaio 2018.

Nella terza serie italiana è stato in forza in particolare al Pordenone, al Ravenna, alla Sambenedettese, al Renate e al Monopoli. Dal 2010 al 2014 ha militato nel Gavorrano in serie C, lavorando per quattro anni con l’attuale direttore generale Filippo Vetrini. In questo primo segmento di stagione la punta, nata a Piombino, è scesa in campo in nove occasioni con il Giugliano, giocando l’ultima partita da professionista il 23 dicembre 2023.

In difesa della memoria
Per amplificare i contenuti della giornata dedicata al ricordo della Shoah (27 gennaio) la LND ha promosso l’iniziativa di dare lettura di questo messaggio in tutti gli impianti sportivi.
La Lega Nazionale Dilettanti ricorda tutte le vittime innocenti che in seguito alla deportazione e senza colpa persero la vita nei campi di concentramento. Treni carichi di uomini, donne e bambini partirono per non tornare più dando inizio ad una delle pagine più ignobili della storia dell’umanità.
Difendiamo la memoria affinché le nuove generazioni non dimentichino perché “quelli che non ricordano il passato sono condannati a ripeterlo”.
Gigi Riva
Il presidente federale Giancarlo Abete ha disposto un minuto di raccoglimento per commemorare la scomparsa di Gigi Riva, campione d’Europa nel 1968 e vice campione del Mondo nel 1970, in tutte le gare in programma nel fine settimana, compresi anticipi e posticipi.

Programma 21ª giornata serie D girone E (ore 14,30)
Aquila Montevarchi – Follonicagavorrano (Marco Menozzi di Treviso; 1° ass. Arli Veli di Pisa, 2° ass. Alessandro Caricati di Conegliano – a porte chiuse)
Ghiviborgo – Sporting Club Trestina (Alessandro Gervasi di Cosenza; 1° ass. Simona Cavallari di Ravenna, 2° ass. Jonas Teulem di Parma)
Grosseto – Tau Calcio Altopascio (Maicol Guiotto di Schio; 1° ass. Mateo Sadikaj di Mestre, 2° ass. Paulo Ndoja di Bassano del Grappa)
Mobilieri Ponsacco – Poggibonsi (Leonardo Leorsini di Terni; 1° ass. Davide Fabrizi, 2° ass. Cristiano Rosati di Roma 2)
Orvietana Calcio – Seravezza Pozzi Calcio (Dylan Marin di Portogruaro; 1° ass. Flavius Condrut di Castelfranco Veneto, 2° ass. Vincenzo Pallone di Vicenza)
Pianese – Figline (Alessandro Colelli di Ostia Lido; 1° ass. Mario Scala di Castellammare di Stabia, 2° ass. Savino Sciotti di Bologna)
Real Forte Querceta – Sangiovannese (Gabriele Zangara di Catanzaro; 1° ass. Ivan Melnychuk di Bologna, 2° ass. Marco Nasi di Reggio Emilia)
San Donato Tavarnelle – Cenaia (Francesco D’Andria di Nocera Inferiore; Steven La Regina di Battipaglia, 2° ass. Giovanni Di Meglio di Napoli)
Vivialtotevere Sansepolcro – Livorno (Francesco Saffioti di Como; 1° ass. Lorenzo Gatto di Collegno, 2° ass. Lorenzo De Giulio di Nichelino)
Classifica
Pianese 41
Follonicagavorrano 40
Seravezza Pozzi Calcio 38
Grosseto 37
Tau Calcio Altopascio 35
Livorno 34
Ghiviborgo 33
Sporting Club Trestina 30
Figline 29
San Donato Tavarnelle 27
Poggibonsi 27
Aquila Montevarchi 22
Sangiovannese 19
Vivialtotevere Sansepolcro 19
Orvietana Calcio 16
Real Forte Querceta 14
Cenaia 11
Mobilieri Ponsacco 10

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati