Alberi crollati in città: i consiglieri interrogano sindaco e assesore | MaremmaOggi Skip to content

Alberi crollati in città: i consiglieri interrogano sindaco e assesore

Capone: «Attendiamo risposte concrete e la messa in sicurezza della città e dei suoi cittadini». Ecco le richieste dei consiglieri Pd
Albero crollato in via Porciatti
L’albero crollato in via Porciatti

GROSSETO. Gli ultimi giorni, soprattutto per il vento, hanno visto cadere rami e crollare alberi. Sia nelle frazioni come Principina a mare, sia in città.

A tutela del verde pubblico e per la sicurezza dei cittadini, la consigliera del Partito democratico, Gabriella Capone, in rappresentanza dell’intero gruppo consiliare Pd cittadino, ha presentato un’interrogazione rivolta al sindaco e all’assessorato competente.

«L’ultimo ed ennesimo episodio della caduta di un albero si è verificato nel pieno centro cittadino, dove si è rischiato e sfiorato una possibile tragedia – dice Capone in una nota – L’incidente è avvenuto in via Porciatti, vicino a una scuola, in una zona di traffico costante ed attraversamento pedonale».

«Quanto accaduto è soltanto l’ultimo episodio di una serie di incidenti simili – precisa Capone – Avvenuti in città, nelle zone periferiche e nelle frazioni. Appare palese che non si possa addebitare la “colpa” di incidenti come questi al caso fortuito o ad aventi imprevedibili ed eccezionali, considerato che Grosseto non è stata investita da una tempesta di vento, ma si è trattato di una situazione temporale piuttosto frequente e non inaspettata».

Le domande al Comune:

In particolare, per farlo sapere anche ai cittadini, l’interrogazione a sindaco e assessore chiede di rendere noti:

  • I dati sui monitoraggi eseguiti negli ultimi anni e la loro efficacia. E se ci sono alberi a rischio caduta;
  • Come questa amministrazione intende garantire da questo punto di vista la pubblica incolumità. Con quali azioni e con quale tempistica.
  • Quali risorse questa amministrazione destina e destinerà alla manutenzione del verde cittadino;
  • Con quali enti pubblici e/o privati questa amministrazione ha stilato protocolli d’intesa;
  • Se la realizzazione delle attività manutentive viene svolta da parte di imprese appaltatrici e con quali modalità.

«Attendiamo risposte concrete e la messa in sicurezza della città e dei suoi cittadini» conclude Capone.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati