A Grosseto, la riunione annuale degli infettivologi toscani | MaremmaOggi Skip to content

A Grosseto, la riunione annuale degli infettivologi toscani

Il 10 e l’11 novembre, alla sala Eden, è in programma l’incontro organizzato dalla Società italiana malattie infettive e tropicali. Spazio ai giovani medici e focus su Hiv, Hcv e Covid
La sala Eden sulle mura medicee
La sala Eden

GROSSETO. A distanza di anni dall’ultima volta che è stata organizzata in Maremma, torna a Grosseto la riunione annuale della Simit Tocana. Il 10 e l’11 novembre, la Società italiana di malattie infettive e tropicali si ritrova per l’undicesimo congresso regionale toscano, alla sala Eden.

«Una location scelta non solo per gli spazi e la capienza, ma anche per il suo valore sociale e storico, dato che si trova sulle mura medicee, che è stata frequentata da generazioni di grossetani», spiega Cesira Nencioni, direttrice delle malattie infettive del Misericordia e responsabile scientifico del congresso. «Ci tenevamo molto a farla a Grosseto, per far conoscere la città e il suo territorio», aggiunge.

Il programma delle due giornate ha per protagonisti soprattutto i giovani medici. Si rinnova, infatti,  la volontà della comunità infettivologica toscana di sostenere la crescita e la formazione degli infettivologi di tutte le generazioni. «Verranno affrontati gli aspetti infettivologici di maggiore impatto scientifico e sociale, specchio del nostro ruolo che ciclicamente ritorna in auge al ritmo delle subentranti pandemie», scrivono gli organizzatori.

Scarica QUI il programma.

Focus su Hiv, epatite C e Covid

Tra gli argomenti trattati sarà dato ampio risalto alla lotta alle infezioni da microrganismi multiresistenti, alla diagnostica di laboratorio e clinica, alle infezioni da HIV, le epatiti, l’estensione dell’impiego delle vaccinazioni, le malattie emergenti e le malattie tropicali. Verranno affrontati temi di grande valenza scientifica e clinica, che riflettono le particolari criticità diagnostiche, terapeutiche e organizzative del mondo reale dell’infettivologia come la continuità delle cure dall’ospedale al territorio.

Sarà inoltre valutato lo stato dell’arte sul Civid e l’impatto della pandemia sull’organizzazione sanitaria.

Spazio anche alle informazioni ai cittadini

Per favorire la promozione della salute, i medici saranno a disposizione per informazioni soprattutto su Hiv ed epatite C: prevenzione, modalità di trasmissione, cure.

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati