Vibrazioni sonore e asana: così si combatte lo stress | MaremmaOggi Skip to content

Vibrazioni sonore e asana: così si combatte lo stress

Vita frenetica, tanti impegni, poco amore per sé: l’Iyengar yoga di Ilaria, il Tai chi di Sabrina e i bagni di Gong di Michele sono alcuni sistemi per farci fare scorte di calma
Ilaria Serini durante una lezione di Iyengar Yoga

di Elisa Bartalucci

GROSSETO. Il lavoro e i suoi ritmi frenetici, la famiglia e i suoi impegni, gli appuntamenti, la sveglia, gli imprevisti, la spesa al volo prima di passare a scuola a prendere i bambini, le corse per preparare la cena e il pranzo del giorno dopo. La vita è una corsa contro il tempo, è un tetris di impegni, doveri e responsabilità che, spesso, non ci permette di dedicarci a noi, di prenderci del tempo prezioso per rilassarci, ascoltarci e fare scorta di calma.

Il corpo corre a destra e sinistra, la mente vola da un pensiero all’altro ed entrambi non trovano un momento di pace. Se volete provare ad interrompere questo flusso incessante di accadimenti, di gare contro il tempo, per trovare un momento per voi e per far ricongiungere mente e corpo, la soluzione c’è.

Ilaria e l’Iyengar Yoga per tutti

La prima possibilità si chiama Iyengar Yoga e i suoi benefici ce li racconta Ilaria Serini del Centro Pratayahara. Se si potesse trovare una parola in grado di identificare tutti i diversi stili di yoga, quella usata per definire lo Iyengar yoga sarebbe senz’altro “allineamento”.

Questo stile di yoga è considerato una disciplina curativa che mira al raggiungimento dell’equilibrio mentale ed emotivo, attraverso la stabilità di articolazioni e muscoli, per un perfetto allineamento mentale e fisico.

Ilaria Serini durante una lezione di yoga

Ilaria, insegnante certificata dal 2015, ci tiene subito a precisare che lo Iyengar, a differenza di quanto accade con lo yoga tradizionale, «è una disciplina adatta a tutti».

Una delle caratteristiche principali, infatti, di questo stile di pratica è, senza dubbio, l’accessibilità, resa possibile grazie all’uso di attrezzi come cinture, sedie, cuscini, mattoni e panchetti, utilizzati per aiutare gli allievi di ogni livello a migliorare nell’esecuzione di asana sempre più complessi.

Modificando la pratica secondo le possibilità di ciascun allievo, lo Iyengar yoga ha lo scopo di allineare corpo, mente e spirito, ottenendo sia un beneficio fisico a livello posturale che uno mentale con il rasserenamento della mente.

L’equilibrio del Tai Chi Chuan

La seconda possibilità che avete per riconquistare uno stato di equilibrio tra corpo ed emozioni è il Tai Chi Chuan. Antica arte marziale, nata in Cina, questa pratica traducibile con pugilato della suprema popolarità, è uno stile delle arti marziali interne ed è, come ci racconta Sabrina Irudal, insegnate di Tai, «adatto a tutte le persone e apporta notevoli benefici per il mantenimento della saluto e del benessere».

Tai Chi Chuan

«I movimenti armonizzati con la respirazione producono uno sviluppo di energia interna che va a migliorare molte condizioni», continua Sabrina, che ci tiene, poi, a puntualizzare che «prima di tutta la pratica del respiro e del movimento coordinato sulle quali si basa questa attività, c’è l’ascolto».

Prima si ascolta il corpo, il nostro essere, si prende consapevolezza del potenziale dell’essere umano e si prende coscienza che le emozioni e il corpo sono una cosa sola.

Un bagno di vibrazioni

La terza possibilità ce la presenta Michele Nunnari, musicista e gong master, studioso di Rebirthing e tecniche bioenergetiche, con il Bagno di Gong. «Il gong, strumento principe nella creazione di suoni terapeutici, è uno dei più antichi apparecchi creati dall’uomo – spiega Michele – Si parla di “bagno” perché si ha la sensazione di essere immersi in un oceano vibrazionale di suoni che danno pace e benessere. Grazie ad alcune particolari frequenze, si stimola l’integrazione emisferica e la produzione di onde cerebrali alfa e theta che permettono di accedere a livelli mentali profondi e attivano processi di auto-guarigione».

Michele Nunnari con i gong

Il suono del gong diventa un’onda portatrice di coscienza che reca con sé informazioni energetiche rigeneranti e sincronizzanti per la dimensione del corpo e della mente. Questo suono favorisce uno stato meditativo profondo nel quale possono emergere intuizioni nuove e soluzioni creative, favorendo il dissolversi di blocchi energetici e tensioni fisiche.

Insomma, il modo per sfuggire alla frenesia della vita quotidiana, per trovare un momento per noi, per rilassarci e per far tornare a far ballare insieme corpo e anima in un passo a due armonioso e ordinato esiste. Basta solo volerlo.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati