Via le auto dalla Cittadella dello studente | MaremmaOggi Skip to content

Via le auto dalla Cittadella dello studente

Il progetto della Provincia prevede la pedonalizzazione di tre vie: solo i bus potranno passare mentre le auto si dovranno fermare ai parcheggi
Traffico all'uscita delle scuole in via dei Barberi
Le auto in via de Barberi davanti a una delle uscite della cittadella dello studente

GROSSETO. La Cittadella dello studente si prepara. Sembra proprio che Provincia, Comune e anche rappresentanti degli studenti, abbiano in progetto di rivoluzionarla. Facendola assomigliare a un campus in stile anglosassone. O, più semplicemente, di renderla più fiera del suo nome. Ma anche e soprattutto più sicura per gli studenti, cercando di evitare il grande ammasso di mezzi che ogni volta bloccano le vie all’uscita dei ragazzi dalle scuole.

Un pullman ha già fatto una prova tecnica sul tracciato ideato, qualche giorno fa.

Come cambierà la Cittadella

Dei giorni scorsi è anche l’incontro preliminare in Prefettura: Provincia, Comune e sindacati del trasporto pubblico locale, insieme ai rappresentanti di Autolinee Toscane hanno ragionato sulla pedonalizzazione (parziale) della Cittadella. Ad essere interessato dalla differente regolamentazione del traffico sarà “il triangolo” che disegnano le vie interne: via Scopetani, via Bellucci, e via Lazzeri (vedi foto sotto).

Le vie interessate dalla pedonalizzazione
In rosso, i tratti delle vie che dovrebbero essere interessati dalla pedonalizzazione (Foto da Google Maps)

Il progetto che riguarda il cuore della Cittadella è stato elaborato dalla Provincia. A condividerlo con lei, l’amministrazione comunale ma anche i vari rappresentanti studenti degli istituti che la Cittadella contiene.

Il progetto prevede che quelle vie interne potranno essere frequentate solo da pedoni e bus. Una mossa che comunque garantirà l’accesso ai docenti. I parcheggi, come quello dell’agrario, che si trovano in prossimità della zona si rinnoveranno, probabilmente si estenderanno, proprio per servire questa nuova circolazione.

Dalle prime indiscrezioni sembra che tutto possa essere operativo nei prossimi mesi, dopo che saranno avvenuti ulteriori incontro tra Comune e Provincia, comprese altre verifiche sulla viabilità.

Il progetto va incontro alle esigenze di sicurezza dei ragazzi che, tramite i rappresentanti studenti, hanno fatto capire di sposare appieno l’idea. La prova alla cittadella dello studente nei giorni scorsi è stata fatta da un bus proprio dove è prevista una rotatoria.

Per capire se i pullman potessero circolare bene. La prova ha dato esito positivo e l’iter sta procedendo nella direzione che anche i ragazzi si auspicano.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected