Un pezzetto di Gigi a casa di ognuno | MaremmaOggi Skip to content

Un pezzetto di Gigi a casa di ognuno

Sabato 17 settembre la festa al Ricasoli a un anno dalla scomparsa di Ambrosio: asta di beneficenza con gli oggetti collezionati e tanta musica con i suoi amici
Luigi Ambrosio dietro il banco del suo Caffè Ricasoli
Luigi Ambrosio dietro al bancone del Bar Ricasoli

GROSSETO. Non avrebbe mollato nemmeno una figurina, se non dietro il pagamento di un prezzo. Un prezzo che non si quantifica con una cifra ma con l’attenzione dedicata a quell’oggetto, con il tempo che alle cose è giusto dedicare. 

Venerdì 16 settembre è un anno esatto che Luigi Ambrosio se n’é andato. Un anno in cui tantissime persone, non solo a Grosseto ma anche nel resto del mondo, sono state più sole. 

Domani, sabato 17 settembre, il bar che è stato suo, il Ricasoli, comincerà a “svestirsi” di lui, a cedere, pezzetto per pezzetto, a tutti coloro che vorranno portarsi un ricordo di Ambrosio a casa. Un’asta, di beneficenza, e una serata che comincerà alle 18 e andrà avanti fino alle 2 di domenica 18 settembre. Perché per la prima volta, il locale di via Ricasoli, ha ottenuto il permesso per il pubblico spettacolo. E anche qui, Gigi deve in qualche modo averci messo lo zampino.

Il viaggio in Giappone

Tutto è cominciato nel 2018, durante un viaggio in Giappone. Gigi, arrivato a Myajima con la sua amica Arianna, isola nel sud del Paese, aveva scoperto un bar costruito intorno a un vecchio pulmino Westfalia. Tutti gli oggetti che erano dentro, erano in vendita: dalla tazzina del caffè, alle foto di famiglia del gestore, agli arredi. Il proprietario del bar disse che il valore di quegli oggetti era nel tempo sottratto al viaggio, e che venderli serviva per fare spazio, inevitabilmente, al nuovo che sarebbe arrivato. 

Una spiegazione che convinse Gigi: semmai avesse voluto disfarsi di qualcosa del bar, lo avrebbe messo in vendita. Non lo ha fatto, ma sabato tutti avranno la possibilità di portarsi a casa un pezzetto di Gigi. «Abbiamo voluto organizzare qualcosa di bello in occasione di una ricorrenza terribile – dice la sorella Michela – una rimpatriata tra amici, con dj set e musicisti, amici di Gigi, che si ritroveranno al bar per ricordarlo». 

Luigi Ambrosio davanti al bar Ricasoli
Luigi Ambrosio davanti al bar Ricasoli

La line up non sarà rispettata, l’elenco di chi suonerà aumenta ora dopo ora. Quello che però sarà importante, nella serata del ricordo e dell’abbraccio di tutti i suoi amici, sarà proprio la presenza di chi gli ha voluto bene. Di chi ancora, da un anno a questa parte, non riesce a rendersi conto che è tutto vero. 

«Mi piacerebbe che questa fosse l’occasione – dice Michela – per far tornare al Ricasoli anche chi, da un anno, non ha trovato il coraggio di fermarsi al bar.  Spero che questa serata rappresenti uno sblocco per molti». 

Asta di beneficenza per la piccola Sofia e per la Farfalla

Sarà l’occasione di ricordare Luigi Ambrosio e sarà anche l’occasione di fare beneficenza portandosi a casa un pezzetto di Caffè Ricasoli e soprattutto di Gigi. L’asta si svolgerà senza incanto e resterà aperta fino al 6 ottobre, giorno del compleanno dell’ex bomber e indimenticato artista. 

Luigi Ambrosio in un ritratto di Stefania Rosini
Luigi Ambrosio in un ritratto di Stefania Rosini

«Si potranno fare delle offerte a scatola chiusa – spiega ancora Michela – per gli oggetti che hanno il bollino verde e quello rosso. Gigi sarebbe stato contento: lo aveva detto ad Arianna durante il loro viaggio in Giappone che quello sarebbe stato l’unico modo per disfarsi di alcune cose che aveva collezionato nel corso degli anni e che erano poi finite per diventare parti fondamentali del bar». 

Il passaggio di testimone con Marco Barcelli, che oggi gestisce il bar Ricasoli, non aveva cambiato il volto del locale. Anche lui come tutti, è affezionato a ciascuno di quegli oggetti, diversi dei quali, ovviamente, resteranno al loro posto.

Ma il G-side, il “lato di Gigi”, l’asta che andrà avanti fino al compleanno di Ambrosio, ricalcando il nome della mostra “B-side” che aveva organizzato proprio lui servirà a sostenere la piccola Sofia, figlia di Ambrosio e la onlus La Farfalla. Un modo, quello scelto per ricordare a un anno dalla scomparsa di Gigi, che sarebbe piaciuto tanto anche a lui. 

 

 

 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected