Un maremmano in gara per l'Oscar dei video... sul caffè | MaremmaOggi Skip to content

Un maremmano in gara per l’Oscar dei video… sul caffè

Alessandro ha sempre avuto in mano una telecamera e questa passione l’ha portato alle premiazione di Sprudge, guida specializzata in caffè
Alessandro Bartoletti durante le riprese

GROSSETO. Le passioni non sempre portano a realizzarsi dal punto di vista lavorativo o ci permettono di vivere con quello che ci piace, ma non è questa la storia di Alessandro Bartoletti, grossetano che vive a Firenze.

Nella sua vita ha deciso di dedicarsi a girare video, partendo da autodidatta per poi specializzarsi in un lavoro dove si sente nel proprio posto del mondo, dove da dietro la telecamera vede sempre sfumature diverse del mondo.

E forse tutta questa serenità e dedizione è ciò che ha portato Alessandro a partecipare alla creazione di “Re-Imparare: Officine Fratelli Bambi“, un video candidato agli Sprudgie Awards, una sorta di “Oscar del caffè.

I vincitori vengono scelti da una votazione pubblica mondiale e ci partecipano persone da ogni angolo del globo, per esempio in questa edizione erano presenti candidati anche dalla Corea del sud, dagli Stati Uniti, dall’Honduras e dalla Colombia. 

Il video, prodotto da Alex Torres, mostra la creazione di una macchina da caffè artigianale.

«Abbiamo lavorato con la Marzocco e abbiamo mostrato come come si crea una macchinetta da caffè partendo da zero, lavorata interamente a mano – dice Alessandro – sono molto soddisfatto e felice di questo progetto e del lavoro che abbiamo fatto insieme».

La carriera e la passione

Alessandro si è trasferito a Firenze, dove ha studiato alla scuola di cinema e poi con degli amici ha iniziato a girare video.

«Mi ricordo che ho sempre avuto una telecamera in mano e a casa registravo sempre qualcosa – dice – quindi è stato normale per me iniziare questo lavoro. La maggior parte delle cose le ho imparate da solo provando e sperimentando con i diversi gruppi con cui ho lavorato».

«Poi piano piano ho iniziato ad affinarmi sempre di più e circa 13 anni fa ho iniziato a lavorare in questo settore più seriamente e gestisco diversi progetti  – continua – la mia parte preferita è girare e stare sul set, perché conosco sempre qualcosa e qualcuno di nuovo, insomma da dietro la mia telecamera vedo mille sfumature diverse del mondo e il mio bagaglio culturale si arricchisce sempre di più».

La passione di Alessandro, Lali per gli amici, deriva da un misto di tecnica e di affetto.

«Ho una visione romantica del mio lavoro perché creo qualcosa di unico e rendo un ricordo eterno e anche perché dietro una telecamera sento di aver trovato il mio posto nel mondo – dice – poi mi piace molto lavorare in gruppo e l’ambiente che si crea sul set. Infine mi piace l’ignota certezza che mi dà, perché non so mai di preciso cosa andrò a fare, sostanzialmente scopro tutto quando inizio a girare».

Gli Sprudgie Awards

Le premiazioni le ha create Sprudge, una guida che tratta di caffè e che premia i produttori che sono nel mondo del caffè in diverse categorie, fra cui il miglior imballaggio o il miglior podcast. Il progetto di Alessandro e di Alex è candidato come miglior video o film.

«È molto emozionante essere candidato agli Sprudgie Awards –  dice Lali – perché tutti ci siamo impegnati molto in questo progetto, ci siamo divertiti sul set e siamo orgogliosi di ciò che abbiamo creato. È stato bello veder lavorare degli artigiani per creare qualcosa di unico e rifinito a mano, come quella macchina da caffè».

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati