Ucciso da un malore durante la battuta di caccia | MaremmaOggi Skip to content

Ucciso da un malore durante la battuta di caccia

L’uomo era impegnato in una battuta di caccia al tordo: si è sentito male nel capanno, è intervenuto anche Pegaso. Per l’uomo non c’è stato nulla da fare
L'elicottero Pegaso nel campo accanto alla provinciale 60 a Scarlino
L’elisoccorso Pegaso (foto d’archivio)

CAMPAGNATICO. La tragedia si è consumata poco dopo le 17.30, in un capanno allestito per la caccia al tordo. Un uomo di origini fiorentine, arrivato a Campagnatico con gli amici, con i quali aveva organizzato una battuta di caccia, si è sentito male nel pomeriggio di lunedì 29 gennaio. 

Si è accasciato, sotto ai loro occhi: subito è partito l’allarme al 118 e in pochissimo tempo, nella zona vicina al cimitero di Campagnatico sono arrivate due ambulanze e l’automedica. Poi, è atterrato anche Pegaso ma per il cacciatore non c’era ormai più nulla da fare. 

La salma del 76enne è stata portata all’obitorio: il cacciatore è morto per cause naturali e il suo corso sarà restituito ai familiari. 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati