Tutto il borgo piange Paola, la volontaria dal cuore d'oro | MaremmaOggi Skip to content

Tutto il borgo piange Paola, la volontaria dal cuore d’oro

Maffei aveva 69 anni e combatteva da tempo con una terribile malattia. Brillante, attiva nel sociale, era l’anima della Proloco e ha fatto volontariato in tante associazioni
Paola Maffei, sullo sfondo una foto del Monte Amiata
Paola Maffei, sullo sfondo una foto del Monte Amiata

CINIGIANO. La frazione di Monticello ha perso uno dei suoi sorrisi più lucenti e amorevoli. Paola Maffei, classe 1955 originaria di Paganico, si è spenta prima dell’alba del 12 gennaio. In casa sua, dopo aver combattuto contro una malattia che non le ha lasciato scampo, circondata dall’amore della sua famiglia che tanto ha amato e tanto ha curato.

Il marito Mario e la figlia Sara condivideranno la mancanza di Paola con tutto il paese. Un paese, Monticello Amiata, che negli anni ha beneficiato dell’impegno di una donna infaticabile e amorevole, che ha dato una mano nelle varie associazioni del paese e in particolare alla Proloco e agli amici del Santuario di Val di Prata.

A ricordarla, nel giorno della sua scomparsa, è stata anche la sindaca di Cinigiano, Romina Sani. «A nome mio come dell’intera comunità e dell’amministrazione comunale, esprimo sincera vicinanza e le più sentite condoglianze alla famiglia Simoncioli per la grave perdita – scrive su Facebook la sindaca – Paola Maffei lascia a tutti il ricordo di donna brillante, attiva nel sociale, impegnata per il suo paese. Mando un forte abbraccio alla figlia e al marito».

Un’impronta impressa nei ricordi di tutto il territorio

Paola non ha mai svolto in vita sua un particolare lavoro per cui era facile identificarla con un mestiere. Ha semplicemente amato la sua terra e i propri abitanti ed è per questo che molti ne conservano un vivo e raggiante ricordo anche solo avendola vista poche volte. «L’avevo conosciuta anni fa – ricorda Rossella Micheloni vicesindaca a Cinigiano negli anni ’90 – suo marito era il capogruppo dell’opposizione durante il mandato di Moreno Canuti. Ricordo Paola come una persona seria, rispettabile come la famiglia che rappresenta, sempre impegnata per questa terra. Sempre disponibile, aperta al dialogo e impegnata per gli altri. L’ho trovata alcune volte anche alla casa di riposo di Arcidosso. Quando serviva aiuto, Paola era una delle prime persone ad essere chiamata, non si è mai tirata indietro».

La Paola Maffei che tutti ricordano con affetto è una persona che si è sempre impegnata in campo sociale, sia nella frazione di Monticello Amiata sia negli altri paesi della zona. «Era una persona su cui poter contare davvero – racconta l’amico di famiglia Franco Cherubini – in paese c’è sempre stata. Sia che ci fosse da mettersi al lavoro, sia che ci fosse da fare festa, Paola era una sicurezza. È sempre stata una persona vivace, anche durante la malattia non si è mai data per vinta, ha sempre fatto quello che poteva fare e sempre con una bella dose di buon umore. Sono sicuro che mancherà a molti».

I funerali di Paola Maffei saranno celebrati domani, 12 gennaio, alle 15 nella chiesa di Val di Prata a Monticello Amiata.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati