Tutti con le magliette gialle per l'addio a Buoncristiani | MaremmaOggi Skip to content

Tutti con le magliette gialle per l’addio a Buoncristiani

Applausi e onori per l’ultimo saluto all’ex comandante della polizia municipale e anima del carnevale, padre del neoeletto sindaco di Follonica
Il feretro portato a spalla tra gli onori

FOLLONICA. Alle 15 in punto il feretro dell’ex comandante della polizia municipale Mario Buoncristiani ha lasciato la Fonderia numero Uno per essere portato a spalla fino alla vicinissima chiesa di San Leopoldo.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da MaremmaOggi (@maremmaoggi)

 

Fuori tantissime persone erano in silenziosa attesa avendo deciso di partecipare all’ultimo saluto per il padre del sindaco, deceduto a Montevarchi lo scorso 19 giugno.

Il rione Cassarello a lutto

Sotto il cielo plumbeo di questi ultimi giorni di giugno, con un caldo che raramente appartiene a queste zone, spiccavano come girasoli le maglie gialle dei cittadini del rione Cassarello di cui Mario è stato per decenni il presidente nonché figura storica del carnevale follonichese. Anche i figli portavano al collo i colori del rione, giallo e nero, la passione di Mario.

Chiesa gremita e commozione palpabile, giovani e meno giovani, vecchi e nuovi follonichesi che nel carnevale hanno trovato un punto e una passione comuni. E poi le tante divise, a partire da quelle della polizia municipale per la quale Mario Buoncristiani ha prestato servizio per 42 anni.  Tra di loro anche molti agenti che oramai in pensione, hanno lavorato fianco a fianco all’ex comandante nel corso degli anni.

Anche l’ex sindaco Andrea Benini era presente alla funzione ed ha letto un brano tratto dalle Sacre Scritture, poi il suono degli applausi e degli onori ha salutato un altro storico follonichese che farà certamente sentire la sua mancanza in molti che lo hanno conosciuto.   

Autore

  • Chiara Pierini

    Collaboratrice di MaremmaOggi. Il turismo e l'accoglienza sono nel dna familiare, ma scrivere è l'essenza di me stessa. La penna mi ha accompagnato in ogni fase e continua a farlo ovunque ce ne sia la possibilità. Maremma Oggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

Reset password

Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo un link per cambiare la tua password.

Powered by Estatik