Trovato con le pasticche di ecstasy, arrestato 19enne | MaremmaOggi Skip to content

Trovato con le pasticche di ecstasy, arrestato 19enne

Il giovane ora è ai domiciliari: sarebbe stata la prima volta che trasportava droga per conto di altre persone
Un posto di blocco dei carabinieri di Roccastrada
Una pattuglia dei carabinieri

CAPALBIO. Non appena i carabinieri lo hanno fermato, lui ha consegnato quello che aveva con sé in auto. Una quarantina di pasticche di mdma, che – ha spiegato – stava trasportando. Un quantitativo abbastanza consistenze, che è costato l’arresto a un diciannovenne capalbiese che ora è ai domiciliari, dopo l’udienza di convalida che si è tenuta lunedì 21 febbraio in tribunale.

Consegna la droga ai carabinieri

Il diciannovenne, incensurato, stava viaggiando sulla sua auto quando è stato fermato dai carabinieri per un controllo. Era infatti la sera di venerdì 18 febbraio, e i militari stavano svolgendo un servizio di controllo nella zona di Capalbio, diventata da un po’ di tempo, vista la vicinanza con l’Aurelia, con Roma e con l’Argentario, crocevia di traffici di droga.

Il ragazzo, quando si è trovato davanti i carabinieri, ha consegnato la droga che aveva con sé e per lui si sono aperte le porte del carcere. Il sostituto procuratore Federico Falco infatti, ha convalidato il fermo e il giovane lunedì 21 febbraio si è trovato di fronte al giudice per le indagini preliminari Sergio Compagnucci. Difeso dall’avvocato Roberto Burzi, il diciannovenne ha risposto alle domande del giudice, spiegando di essersi prestato a trasportare quelle pasticche. Il giovane, attualmente disoccupato, ha detto che quella era la prima volta che faceva da corriere. Il giudice ha convalidato l’arresto e disposto i domiciliari: il telefono cellulare del 19enne, così come le pasticche di Mdma, sono stati sequestrati.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected