Torna a parlare di pittura nella scuola dove ha studiato | MaremmaOggi Skip to content

Torna a parlare di pittura nella scuola dove ha studiato

L’artista Claudio Cionini ha incontrato gli studenti del liceo artistico di Grosseto. L’artista ha condiviso la sua esperienza e conoscenza con gli studenti, tornando a parlare di pittura nella scuola in cui si è diplomato
L’artista Claudio Cionini con gli studenti

GROSSETO. Nelle serate del 16 e 23 gennaio, il liceo artistico di Grosseto ha avuto l’onore di ospitare due incontri con il maestro Claudio Cionini, durante il corso serale.

Il racconto dell’esperienza pittorica

L’artista ha condiviso la sua esperienza e conoscenza con gli studenti, tornando a parlare di pittura proprio nella scuola in cui si è diplomato.

«Il professore Pietro Corridori ha gentilmente esteso l’invito, e sono grato per questa occasione di ritornare alle radici della mia formazione artistica», ha dichiarato Cionini.

L’analisi di due opere

La prima parte dell’incontro è stata dedicata all’analisi approfondita di due opere portate dall’artista.
Cionini ha fornito una visione dettagliata del suo processo creativo, dall’abbozzo iniziale alla cura dei particolari finali. L’attenzione è stata focalizzata sull’uso dei materiali pittorici e sulla costruzione del dipinto, sottolineando come ogni fase contribuisca al risultato finale.

Il paesaggio urbano: uno dei soggetti preferiti da Cionini

«Il paesaggio urbano è stato il mio soggetto preferito, e ho spiegato come ho affrontato la prospettiva e l’architettura moderna nei miei lavori», ha condiviso il maestro.

Un altro punto cardine dell’incontro è stato l’approfondimento sulla pittura come mestiere. L’artista ha sottolineato l’importanza del lavoro quotidiano per padroneggiare al meglio la tecnica pittorica.

Nel contesto di questa discussione, l’artista ha toccato il delicato rapporto con il mercato dell’arte, illustrando come funzionano le collaborazioni con le gallerie d’arte e l’importanza di comprendere il lato professionale dell’arte.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati