Tampona 4 auto e scappa. Poi si pente e si presenta alla municipale Skip to content

Tampona 4 auto e scappa. Poi si pente e si presenta alla municipale

La segnalazione del pirata su Facebook era diventata quasi virale: nell’incidente, il Mercedes Vito che era finito addosso alle vetture aveva perso il paraurti
Le auto addosso alle quali è finito il Mercedes Vito

GROSSETO. Ha sentito uno schianto fortissimo e quando si è affacciato alla finestra ha visto la sua auto, quella di un vicino e quella di sua moglie, una addosso all’altra. Spostate di almeno tre metri. Tamponate da un Mercedes Vito che si è dato subito alla fuga, dopo aver perso il paraurti. 

È successo mercoledì 13 dicembre, poco prima delle 10, in via Ugo Bassi. 

L’uomo che era al volante del furgone, subito dopo l’incidente, è scappato, senza lasciare traccia, tranne il paraurti rimasto per terra. 

Danneggiate le auto di marito e moglie

La prima auto ad essere stata tamponata dal pirata della strada, è stata la Smart rossa di Antonio Milani, il proprietario di Bar e bottega. La Smart è finita addosso a una Opel che a sua volta ha centrato la vettura della moglie di Milani. Una famiglia, due auto danneggiate. 

Le auto incidentate

Sulla strada, a pochi metri dal luogo dell’incidente, c’è anche un gommista, che non aveva fatto in tempo, però, a prendere il numero di targa

«Abbiamo sentito un botto fortissimo – dice Milani – Le auto sono state spostate di tre metri, sono finite una addosso all’altra. Segno che lo schianto è stato forte, il Vito viaggiava a velocità elevata per provocare quei danni». 

Caccia al pirata della strada su Facebook

La caccia al pirata della strada è partita subito: Milani ha sporto denuncia mentre sua moglie, dopo aver fatto alcune foto delle auto danneggiate, le ha pubblicate su Facebook, chiedendo che fossero condivise con la speranza di rintracciare qualche testimone. E di beccare il pirata della strada

Il post pubblicato sui social è diventato virale. Un’ora dopo, al comando della polizia municipale si è presentata la persona che era al volante del Mercedes Vito. L’unica spiegazione che il pirata è riuscito a dare agli agenti è che ha avuto paura e per questo si è dato alla fuga. 

 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati