Sicurezza stradale, studenti a scuola dai poliziotti | MaremmaOggi Skip to content

Sicurezza stradale, studenti a scuola dai poliziotti

Oltre cento ragazzi della Dante Alighieri hanno seguito le indicazioni degli agenti che in questo periodo hanno continuato i controlli: 137 le infrazioni rilevate
Una foto dell’incontro

GROSSETO. Il tema della sicurezza stradale è da sempre uno dei primi pensieri della polizia.  Con il progetto Roadpol “Safety Days”, i poliziotti della stradale di Grosseto intendono alimentare la cultura della sicurezza in quella che sarà la futura generazione di centauri o automobilisti.

Gli agenti hanno incontrato gli alunni della scuola media Dante Alighieri di Grosseto proprio con questo scopo. L’incontro rientra in un più ampio progetto, che istituisce, nella “settimana europea della mobilità”, la “giornata con zero vittime sulla strada”. 

All’evento hanno partecipato con attenzione ragazzi e insegnanti (oltre 100 persone in tutto). Il tema della circolazione e della sicurezza stradale è stato al centro dell’evento e del dibattito che si è generato. 

Attività didattica e controlli su strada

Oltre all’attività didattica è bene ricordare che le pattuglie operative hanno svolto anche molto del lavoro sul campo, in tutta la provincia di Grosseto. Questi i numeri della loro attività: 30 posti di controllo con 127 veicoli e 165 persone controllate, 137 infrazioni al codice della strada rilevate e 5 patenti ritirate. 194 punti totali decurtati.  

Durante questi controlli la polizia ha sorpreso alla guida degli automobilisti che non indossavano le cinture di sicurezza, un conducente alla guida in stato di ebbrezza, e ben 69 eccessi di velocità. Compreso quello di un giovane che viaggiava sull’Aurelia alla velocità di 152 km/h.

L’attività didattica e quella sul campo sono finalizzate a rendere più sicure le nostre strade, raggiungendo l’obiettivo che l’Unione Europea si è imposta. Ovvero la riduzione, entro il 2030, del 50% del numero delle vittime sulle strade. 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected