Servizio civile alla Croce Rossa | MaremmaOggi Skip to content

Servizio civile alla Croce Rossa

Cinque posti disponibili all’associazione di volontariato: ecco come fare per presentare la domanda
La locandina

GROSSETO. Anche per quest’anno Croce Rossa Italiana ha visto finanziati Progetti di Servizio Civile Universale sull’intero territorio nazionale. L’associazione ha quindi l’opportunità di far vivere a giovani, di età compresa tra 18 e 28 anni, un’esperienza di formazione e di crescita personale e professionale della durata di un anno all’interno della Cri.

Cinque posti disponibili a Grosseto

Per quanto riguarda la sede di Grosseto, Croce Rossa ha reso disponibili 5 posti. A tal proposito, riportiamo di seguito il link alla pagina CRI dedicata nella quale è possibile visionare tutte le opportunità di Servizio Civile Universale in Croce Rossa Italiana (https://cri.it/cosa-facciamo/volontariato/servizio-civile/).

I progetti, della durata di 12 mesi, sono articolati su 25 ore settimanali per 5 giorni e prevedono un assegno mensile di rimborso spese pari ad 507,30 euro. Per presentare la domanda i candidati dovranno accedere esclusivamente con Spid alla piattaforma Dol (al link domandaonline.serviziocivile.it) entro il 15 febbraio 2024 alle 14.

 Cos’è il Servizio Civile?

È impegnarsi in un progetto finalizzato alla difesa, non armata e nonviolenta, della Patria, all’educazione, alla pace tra i popoli e alla promozione dei valori fondativi della Repubblica italiana, con azioni concrete per le comunità e per il territorio.

È un impegno per gli altri, è una partecipazione di responsabilità, è un’occasione per crescere confrontandosi, è un modo per conoscere diverse realtà, per capire e condividere, è una crescita professionale, è uno strumento di pace e di integrazione, è una forma di aiuto a chi vive in disagio o ha minori opportunità, è un atto di amore e di solidarietà verso gli altri, è una occasione di confronto con altre culture, è una risorsa per il Paese, è una esperienza utile per avvicinarsi al mondo del lavoro.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati