Sconfiggere i tumori a passo di danza | MaremmaOggi Skip to content

Sconfiggere i tumori a passo di danza

Dance for Oncology da gennaio arriva anche a Grosseto. Il progetto aiuta i pazienti oncologici a stimolare la produzione di endorfine
La presentazione di Dance for Oncology

GROSSETO. L’Oncologia è un reparto dove nessuno entra mai a cuor leggero. Alcune cure sono così pesanti e stancanti da affrontare, che sarebbero capaci di fiaccare chiunque.

Per questo, anche quando sembra impossibile alzarsi dal divano o dal letto, è necessario lavorare per il proprio  livello psicologico e fisico aiutando il cervello a sviluppare una buona dose di endorfine.

Con questo intento è nata “Dance for Oncology“, D4o: un progetto dedicato ai pazienti oncologici che ha come obiettivo aiutarli a fare un po’ di sport. Stimolamdo l’ormone della felicità attraverso la danza, staccando la spina per un’ora a settimana

Barbara Grifoni ed Elisabetta Carone, insegnanti di Real Fa Dance, insieme al Comitato per la vita (associazione di volontariato che aiuta i malati oncologici) hanno portato “Dance for Oncology” anche a Grosseto.

Le lezioni inizieranno a gennaio con dei balli caraibici e l’aiuto di una sedia.

Le basi scientifiche

Degli studi medici dimostrano quanto sia utile fare sport anche quando si svolge una chemioterapia. «Adriana Bonifacino, insegnante di oncologia medica alla Sapienza, ha fatto molte ricerche sull’attività fisica durante la terapia – dice Oreste Menchetti, presidente del Comitato per la vita – Ne è risultato che fare attività ha molti risvolti positivi per il paziente, perché va a migliorare la qualità della sua vita con la stimolazione delle endorfine. Anche a livello psicologico porta molti benefici».

Dance for Oncology nasce da un’idea di Carolyn Smith, ballerina e presentatrice britannica. In Toscana il progetto è attivo solo a Pisa e a Grosseto. «Per noi è un onore offrire questo servizio ai pazienti – dice Barbara Grifoni – lo aveva chiesto anche Carmelo Bengala, ex primario di Oncologia, ma all’epoca sarebbe stato impossibile svolgere questa attività. Oggi sono fiera di poterla presentare».

Come iscriversi e cosa si potrò fare

Il progetto prevede l’esecuzione di alcuni balli caraibici e latinoamericani, una volta a settimana. «Faremo insieme salsa, baciata, merenghe e tango con l’aiuto di una sedia – dice l’insegnante – e le lezioni non sono collegate fra di loro, per permettere al paziente di poter saltare il nostro appuntamento se è in terapia o non se la sente. Siamo al Centro commerciale le palme una volta a settimana pronte a farvi passare un’ora di spensieratezza e di movimento».

Dance for Oncology è accessibile e gratuito per tutti i pazienti che soffrono di una patologia oncologica. «È un corso aperto a tutti, uomini e donne – dice Barbara – per iscriversi basta mandare una email e avere una certificato medico, rilasciato dall’oncologo di riferimento, che attesti la possibilità di poter partecipare a questo progetto».

Per qualsiasi informazione basta cliccare QUI.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati