Rivoluzione della raccolta rifiuti a Castiglione | MaremmaOggi Skip to content

Rivoluzione della raccolta rifiuti a Castiglione

Al via la sperimentazione che porterà nel 2024 all’introduzione dei cassonetti “intelligenti”
Come saranno le nuove stazioni dei cassonetti della raccolta differenziata a Castiglione della Pescaia
Ecco come saranno le nuove stazioni dei cassonetti della raccolta differenziata a Castiglione della Pescaia

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA. Il comune di Castiglione della Pescaia si prepara a rivoluzionare la raccolta dei rifiuti. A breve e per tutto il 2023 saranno introdotti i nuovi cassonetti, quelli ad accesso controllato, ma solo nel 2024 servirà la tessera personale per aprirli e introdurre i rifiuti differenziati.

Nella sala giunta del comune, la sindaca Elena Nappi, il consigliere con la delega all’ambiente Fabio Tavarelli, insieme ad Alessandro Fabbrini e Gianluca Paglia, presidente e direttore generale di Sei Toscana, hanno presentato le prossime attività legate alla revisione dei servizi.

da sx Gianluca Paglia direttore 6 Toscana, Alessandro Fabbrini presidente 6Toscana, Elena Nappi sindaca di Castiglione, Fabio Tavarelli, consigliere delegato all’ambiente

La Nappi: «Il nostro obbiettivo è avere un risparmio ambientale e più decoro»

«Castiglione della Pescaia – ha detto la sindaca Elena Nappi – avrà una raccolta differenziata sempre più di qualità, con la creazione di nuove postazioni con contenitori informatizzati ad accesso controllato. In questa prima fase e fino a fine anno saranno lasciati aperti».

«I bidoni dell’organico avranno un aumento della volumetria: residenti e turisti, a cui chiediamo la massima collaborazione, dovranno fare anche la suddivisione del multimateriale con campane pesanti per il vetro e quella per il materiale leggero composta da lattine e plastica. Abbiamo già in calendario incontri con la popolazione residente, a settembre poi con Sei Toscana organizzeremo altri incontri con la cittadinanza e prenderà il via la distribuzione delle 6Card».

Dai primi di marzo 115 nuovi cassonetti

Dai primi di marzo Sei Toscana istallerà su tutto il territorio comunale 115 nuove postazioni di raccolta differenziata, con contenitori ad accesso controllato. I nuovi contenitori saranno tutti dotati di un dispositivo che permetterà di riconoscere l’utente che conferisce il rifiuto tramite la 6Card.

La tessera assocerà ogni conferimento a una singola utenza Tari e questo consentirà, quando il nuovo servizio sarà a pieno regime (che entrerà in funzione dal 2024), di introdurre un sistema di tributo puntuale legato anche all’effettiva produzione dei rifiuti e al reale impegno dei cittadini nella differenziazione dei materiali. I nuovi cassonetti saranno installati nelle prossime settimane nel capoluogo, le campagne e Punta Ala.

Mentre per le frazioni di Tirli, Buriano e Vetulonia ci sarà sempre il porta a porta.

Gli obbiettivi

Uno degli obbiettivi prioritari della riorganizzazione del ciclo dei rifiuti è la raccolta separata del vetro, da mettere nei contenitori di colore verde, e che consentirà di migliorare il riciclo dei materiali in un’ottica di economia circolare.

Il consigliere all’ambiente Tavarelli: «Più equità e un sistema sostenibile»

«Se il 2022 è stato un anno molto soddisfacente in ambito di raccolta differenziata – ha detto il consigliere delegato all’ambiente del comune di Castiglione Fabio Tavarelli – e abbiamo deciso di seguire i progetti di Sei Toscana e scalare la classifica. Tra le novità dei nuovi cassonetti è quella che potranno essere utilizzati dall’utenza su tutto il territorio comunale, senza distinzione di zona».

«Abbiamo anche deciso di potenziare la raccolta per le attività commerciali, con i prelievi domiciliari con soluzioni su misura, visto che sono state sempre delle criticità soprattutto nella stagione estiva. In più aumenteremo la sorveglianza. Dobbiamo pensare alle nuove generazioni e questa è l’unica strada percorribile».

Fabbrini, presidente di 6Toscana: «Migliorare la raccolta»

«Con Castiglione della Pescaia iniziamo le attività di riorganizzazione legate al nostro nuovo piano industriale nella zona della costa nord maremmana – ha detto Fabbrini – che coinvolgeranno poi anche Follonica e Scarlino. Sono luoghi preziosi, a forte vocazione turistica, e per questo ci impegneremo sempre più per migliorare ulteriormente le raccolte differenziate e rendere questi territori più sostenibili, sia per chi vi abita sia per chi li visita. Come sempre, confidiamo nella collaborazione di tutti i cittadini per questa nuova importante fase che consentirà un reale miglioramento nella salvaguardia dell’ambiente».

Come funzionano i nuovi cassonetti

L’utilizzo delle nuove postazioni, che in questo primo periodo saranno “aperte” (basterà premere il pulsante presente sul display di ogni cassonetto per arpirlo) è molto semplice: è a disposizione dei cittadini anche un video-tutorial che spiega come utilizzare i nuovi contenitori.

I primi incontri con la popolazione a Castiglione e Punta Ala

In questi giorni partiranno anche le prime attività di informazione e comunicazione rivolte a tutta la comunità, tra cui due incontri pubblici che si terranno giovedì 16 marzo alle 18 e alle 21, presso l’Auditorium delle scuole medie a Castiglione della Pescaia; e venerdì 17 marzo alle 18, presso la Delegazione al Gualdo a Punta Ala.

 

 

 

Autore

  • Enrico Giovannelli

    Giornalista di MaremmaOggi. Ho iniziato a scrivere a 17 anni in un quotidiano. E da allora non mi sono mai fermato, collaborando con molte testate: sport, cronaca, politica, l’importante è esagerare! Maremma Oggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

Reset password

Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo un link per cambiare la tua password.

Powered by Estatik