Rissa in piazza, sabato di follia in centro - IL VIDEO | MaremmaOggi Skip to content

Rissa in piazza, sabato di follia in centro – IL VIDEO

Saltano sui tetti delle auto parcheggiate e salgono sul paraurti dell’auto della polizia municipale. I titolari dei locali sono esasperati: «Alcol, droga e danneggiamenti sono all’ordine del giorno»
Il ragazzo salito sul paraurti dell’auto della polizia municipale

GROSSETO. Droga, alcol, degrado. Poi la rissa, che scoppia immancabilmente quando ormai la situazione è degenerata. Questa volta, il teatro del sabato di follia in centro storico, è piazza della Palma dove, da qualche tempo, si sarebbero trasferiti i ragazzini che per anni hanno tenuto ostaggio piazza San Francesco. 

Sabato 23 dicembre non è stata una serata diversa da molte altre, almeno a sentire i residenti e i gestori dei locali che si affacciano sulla piazza. Serata che è finita con l’intervento delle forze dell’ordine e dell’ambulanza, chiamata per soccorrere un ragazzo che si era sentito male, forse a causa del troppo alcol. Ma che, all’arrivo dei sanitari, si era già allontanato. 

In piedi sui tetti delle auto e sul paraurti della municipale

Quando è arrivata la pattuglia della polizia municipale, poco dopo le 23 di sabato sera, i ragazzi che erano sul lato della piazza che guarda verso il Cassero, non si sono nemmeno allontanati. Uno di loro è salito sul paraurti della pattuglia, allungandosi poi verso il tetto dell’auto. 

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da MaremmaOggi (@maremmaoggi)

 

«Da due mesi combattiamo contro questa situazione – dicono i gestori dei locali – Ogni sera è così: spaccano bottiglie e le lasciano per terra, orinano per strada, salgono sui tetti delle auto parcheggiate». 

Lo hanno fatto anche sabato sera: il giorno dopo, chi ha l’auto in sosta in piazza, non può fare altro che sperare che la sua vettura sia stata risparmiata. Ma qualche tetto sfondato, capita di trovarlo, com’è successo domenica 24 dicembre a un residente

Il tettino dell’auto sfondato

Sabato sera, un ragazzo ha preso a testate un’auto parcheggiata ed è finito per terra. «Qualche sera fa – aggiunge la dipendente di un locale – c’erano dei ragazzi che si sono seduti ai tavoli e hanno cominciato a tirare cocaina davanti ai clienti. Li abbiamo mandati via e il giorno dopo abbiamo trovato tutte le luci spaccate. Qui è continuamente così: noi perdiamo clienti e la piazza si riempie di ragazzi che non fanno altro che bere, consumare droghe e picchiarsi». Luci, fioriere rovesciate, piante strappate dai vasi e il pavimento ricoperto di cartoni di vino e bottiglie di birra. 

La rissa sotto alle finestre dei residenti

Chi ha una casa che si affaccia su piazza della Palma, la sera è costretto a dover assistere a scene che farebbe volentieri a meno di vedere. Come quella della rissa di sabato sera quando, dopo che la polizia municipale si era appena allontanata, è scoppiata in mezzo alle auto

Ragazzi che si rincorrono, che si affrontano, che si picchiano, che finiscono per terra. Poi si rialzano e se ne vanno. Intorno alle 23.30 è arrivata anche un’ambulanza, seguita dalle pattuglie di carabinieri, polizia municipale e dalla volante della polizia. Al 118 era stato segnalato un ragazzo a terra, esanime, probabilmente perché aveva bevuto troppo. Quando è arrivata l’ambulanza, però, se n’era già andato

«L’angolo dello spaccio»

Sabato sera, via Garibaldi, così come succede ogni fine settimana, era piena zeppa di ragazzi. Ma il colpo d’occhio è cambiato appena girato l’angolo per entrare in piazza della Palma. Dietro alla chiesa della Misericordia, dove ci sono tre scalini per accedere sul retro, un gruppetto di ragazzini si era appartato per fumare. Uno di loro si è messo a fare la pipì al muro, incurante di chi passava di lì

L’angolo in piazza della Palma

Qualche minuto dopo, in quattro o cinque hanno cominciato ad accanirsi contro la rete del cantiere che si trova lì. «Qualche sera fa – dice il gestore di un locale – hanno gettato un petardo enorme nel cassonetto del cantiere, rischiando di incendiare il materiale. Droga ne vediamo circolare tanta: arrivano, si scambiano dosi e soldi, poi spesso si mettono a consumarla sulle scalette».

Sabato sera, la situazione era esattamente quella denunciata dai gestori dei locali. 

Il mattino dopo, tocca al personale di Sei Toscana cancellare i segni di serate come questa. Domenica 24 dicembre, la spazzatrice ha cominciato a girare per le strade del centro, tra via Garibaldi e piazza della Palma intorno alle 7. Alle 10 le spazzole erano ancora in funzione. 

 

 

 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati