Rifiuti: Rosini propone la sospensione della 6card | MaremmaOggi Skip to content

Rifiuti: Rosini propone la sospensione della 6card

Il consigliere Pd: «Il sistema non funziona. Serve ripensarlo. Non sarebbe una cosa originale sospenderlo, lo hanno fatto anche a Siena, amministrata dal centrodestra»
rifiuti Grosseto, nel riquadro Stefano Rosini
Nel riquadro il consigliere Stefano Rosini (Pd), sullo sfondo alcuni rifiuti abbandonati in città

GROSSETO. Secondo i consiglieri Pd con i cassonetti intelligenti la situazione dei rifiuti abbandonati è solo peggiorata. Per questo il consigliere Stefano Rosini annuncia la presentazione di una mozione in consiglio comunale per sospendere, almeno temporaneamente, l’apertura dei cassonetti tramite tessera. «Non c’è giorno in cui non si vedono foto di abbandoni di rifiuti di qualsiasi genere – dice Rosini – A noi ci sembra che la situazione sia peggiorata, la percezione è che Grosseto sia più sporca. È solo percezione? Non so».

In città oramai il sistema di raccolta dei rifiuti urbani è interamente basato sull’utilizzo dei cassonetti intelligenti e delle tessere associate. Lo stesso sistema ancora non è entrato in funzione nelle frazioni anche se è stato annunciato che entro fine 2024 arriverà anche nelle zone rurali e quindi, il territorio comunale sarà interamente coperto. «Ci sono delle difficoltà di gestione di questo sistema, anche nelle frazioni – dice Rosini – e ricordo che la tessera apre il cassonetto ai residenti di una determinata zona, non a quelli di un altro quartiere. Un turista come fa? Come faccio se devo buttare una busta di rifiuti ma sono in un quartiere lontano da quello dove abito?».

«Chi abbandona rifiuti sbaglia, ma a volte è costretto perché trova il cassonetto colmo»

Rosini sostiene che il degrado e gli abbandoni di rifiuti non possono essere attribuiti solo alla mancanza di senso civico di alcuni cittadini. «C’è chi parla anche di disservizi – puntualizza – dai mancati ritiri, ai rifiuti abbandonati fino a tarda mattina, dalla difficoltà con i cassonetti spesso già pieni o non funzionanti e comunque con apertura difficoltosa, dove intorno si formano piccole discariche» .
 
Rosini poi elenca un paio di quelle che chiama, «Prime, ovvie, necessità»:
  • implementare e potenziare i punti di raccolta;
  • incaricare un ispettore ambientale, affiancato dalla polizia municipale, per monitorare la corretta esposizione dei rifiuti e dare un aiuto nelle segnalazioni dei cittadini.
«Questo sistema di raccolta nasce a favore dei cittadini più virtuosi – sostiene Rosini – e allo stato attuale la tessera non serve a determinare in maniera puntuale il rapporto diretto sul quantitativo di differenziata fatta da ciascuna famiglia, ma solo l’apertura dei singoli cassonetti. Se a questo si aggiungono i frequenti malfunzionamenti e la poca igiene nelle modalità di conferimento, richiedere la sospensione della tessera è la logica conseguenza».
 

«Una sospensione per riorganizzare il sistema e andare a premiare davvero i più virtuosi»

Rosini ricorda che in consiglio comunale il gruppo Pd ha sempre dichiarato l’inutilità di questo sistema di conferimento rifiuti. «Proprio per questo stiamo preparando una mozione sui rifiuti – precisa – per sospendere, temporaneamente, l’apertura automatica con le tessere.
Chiederemo quindi all’amministrazione comunale che si impegni in maniera attiva per questa sospensione, in vista di una riorganizzazione specifica che vada a premiare realmente quei cittadini più virtuosi».
 
«La sospensione della 6 card non sarebbe assolutamente una dichiarazione di fallimento da parte del Comune e della società di gestione ma sarebbe un modo per risolvere quelle complicazioni che a oggi sono ingovernabili – dice Rosini – Lo hanno fatto anche a Siena. Per concludere rispondiamo anticipatamente anche a coloro che sono pronti a dire che l’accesso libero ai cassonetti potrebbe comportare un peggioramento delle qualità dei materiali raccolti. Non possiamo sapere se qualcosa cambierà, sappiamo solo che ad oggi con la card è evidente che il problema c’è. Quello che i cittadini si aspettano è di avere delle postazioni decenti di raccolta dei rifiuti». 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati