Riccardo sulla vetta della cucina italiana | MaremmaOggi Skip to content

Riccardo sulla vetta della cucina italiana

Lavora nel Ristobar Il Puntone e all’Enogastronomia Il Paniere. Ai Campionati italiani di cucina ha brillato proponendo due rivisitazioni di piatti tradizionali della Maremma
Riccardo Pucci
Riccardo Pucci durante la premiazione

di Francesca Rosati

«Sono felice come un bimbo davanti a delle caramelle». Così lo chef Riccardo Pucci a descrive l’ottimo risultato ottenuto ai Campionati italiani di cucina organizzati dall’Associazione italiana cuochi. La gara si è svolta il 5 e il 6 dicembre, a Campi Bisenzio, in occasione della manifestazione Cittadella del Gusto.

Pucci lavora nel Ristobar Il Puntone e all’Enogastronomia Il Paniere e durante la competizione ha presentato due delle sue creazioni.

Una per la categoria “Premio piatto caldo chef professionista” ed una per la categoria “Premio dessert al cucchiaio”, ottenendo rispettivamente il sesto ed il primo posto in classifica.

I piatti vincitori

Lo chef toscano, per la categoria dei piatti caldi, ha proposto il “Ginfishinchips”: un baccalà mantecato con olio extravergine, aromatizzato al gin e accompagnato da chips di cavolo nero, cipolle in agrodolce e pomodorini appassiti.

Riccardo Pucci piatto 1
Il “Ginfishinchips”

La proposta per il dessert, che è valsa a Pucci il primo premio, è invece, «Rivisitazione del classico tiramisù, ispirato alle merende delle nonne» dice lo chef.

Si tratta di un dolce al cucchiaio chiamato “Mitirosu”, composto da pane posato, inzuppato nel caffè aromatizzato all’arancia e passato successivamente nello zucchero, con una crema all’olio a completare il piatto. Con la sua creazione, Riccardo Pucci ha voluto omaggiare «L’usanza delle nonne di mangiare il pane raffermo bagnato e ricoperto di zucchero» ricorda.

Riccardo Pucci
Riccardo Pucci piatto 1

Riccardo Pucci definisce l’ottimo risultato portato a casa come inaspettato. «Per l’abilità degli altri cuochi in gara – precisa – ma anche per la grande qualità dei piatti presentati».

Distinguersi tra tutti i cuochi provenienti da ogni angolo d’Italia, riuscendo a “rivisitare” i piatti della tradizione maremmana è stato per Pucci come tagliare un doppio traguardo.

Riuscire in una competizione di così alto livello è una soddisfazione sia per lui che per tutta la Maremma. 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati