«Pur provandoci non ho preso il Covid»: bufera sui social | MaremmaOggi Skip to content

«Pur provandoci non ho preso il Covid»: bufera sui social

Vaccini sì, vaccini no: botta e risposta al vetriolo tra Paolo Serra (Fratelli d’Italia) e Stefano Rosini (Pd)
Paolo Serra in consiglio comunale
L’avvocato Paolo Serra nel consiglio comunale di Grosseto

GROSSETO. Il consigliere Paolo Serra in fondo era stato chiaro già settimane fa. Quando, durante il consiglio comunale del 30 Novembre 2021, era stato l’unico ad opporsi alla mozione che poi avrebbe lanciato a tutti gli effetti la campagna di comunicazione comunale per la vaccinazione. Questa volta il dibattito si sposta online e al consigliere di maggioranza Serra, arrivano le rimostranze dell’opposizione.

L'avvocato Paolo Serra
L’avvocato (e consigliere) Paolo Serra

Nella tarda sera del 17 febbraio, lascia su Facebook un pensiero su Covid-19 e vaccini, destinato a movimentare la rete nella mattina successiva, quella di oggi 18 febbraio.

Questo il suo breve post: «Scrivo per dare uno spunto di riflessione. Per indurre chi non si è fatto neppure una dose o chi è diventato scettico dopo che ne ha fatte troppe a riflettere. Sono più di due anni che faccio, senza essermi mai vaccinato, una vita normale. Ho incontrato più gente che in nessun altro periodo della mia vita. Eppure il COVID, nonostante ci abbia pure provato, non l’ho preso».
L’indignazione è cresciuta nella mattina, ai commenti seguiti alla dichiarazione di Serra, si è aggiunto ad infiammare il dibattito, un post arrivato dal consigliere dell’opposizione Stefano Rosini.
L’insegnante (e consigliere) Stefano Rosini

Rosini pur non chiamando in causa direttamente l’avvocato Serra, si riferisce al suo post con una propria affermazione, anche questa lasciata su Facebook, ovvero: «Chi, soprattutto se non vaccinato, in mezzo a una pandemia globale, parla della singolarità delle proprie esperienze personali su come non ha contratto il virus, può dirsi solo che fortunato. C’è chi lo ha contratto e non è più tra di noi (e non può scrivere certo qualche post). Dovrebbe bastare questo a interrompere la voglia continua di ergersi a esempio supremo di alcuni consiglieri comunali. Che dovrebbero pensare a proteggere i propri cittadini. Non ad esporli verso inutili rischi».

La posizione di Serra

L’avvocato Serra in separata sede, dopo una mattinata in cui sicuramente le notifiche si sono fatte sentire, ribadisce le sue motivazioni per quanto scritto su Facebook e sulle risposte ricevute: «Innanzitutto da certa sinistra carente di argomenti e spessore, mi sembra che arrivino più attacchi personali che altro – spiega –  C’è chi ha commentato che non rispetto morti e malati, non è assolutamente vero e non ho fatto affermazioni di questo genere. E faccio politica osservando princìpi etici, non per la ricerca di voti. Ho pensato sempre con terrore al Covid, e col mio post volevo far riflettere».
«Me ne occupo anche a livello professionale di questioni legate al vaccino – precisa Serra – chi si è scagliato contro di me parla secondo la vulgata governativa, poi quando però gli chiedi di argomentare o le fonti di riferimento, si perdono un po’. Scienziati e costituzionalisti si sono espressi in merito e anche la scienza non è certa sugli effetti a medio lungo termine dei vaccini. Rosini è stato molto deludente, ha usato i soliti termini, e mi ha scritto che pretendo fare il padrone sulla sua pagina, io mi sono solo difeso».

La posizione di Rosini

Rosini, dalla parte sua puntualizza quanto già espresso sul social media: «Mi dispiace aver letto quelle affermazioni dal consigliere Serra. Sono stato tra quelli che in consiglio comunale hanno votato a favore della promozione da parte dell’amministrazione, della campagna vaccinale. Sarebbe da chiedersi cosa pensa l’attuale amministrazione comunale di certe affermazioni lette stamani – dice –  Al momento non ho comunque altro da aggiungere se non quello che già ho scritto. Sono più di due anni che c’è il Covid, e dati alla mano, da quando ci sono i vaccini, chi rischia di più la vita, sono i non vaccinati».
«Mi ritrovo quindi a dire quanto scritto stamani – puntualizza Rosini – Chi, soprattutto se non vaccinato, in mezzo a una pandemia globale, parla della singolarità delle proprie esperienze personali su come non ha contratto il virus, può dirsi solo che fortunato. C’è chi lo ha contratto e gli è andata bene, con sintomi anche lievi, certo, ma molti sono anche quelli che sono stati contagiati e non sono più tra di noi, e non possono scrivere certo qualche post. Dovrebbe bastare questo a interrompere la voglia continua di ergersi a esempio supremo di alcuni consiglieri comunali. Che dovrebbero pensare a proteggere i propri cittadini. Non ad esporli verso inutili rischi».

 

 

Autore

  • Federico Catocci

    Nato a Grosseto, pare abbia scelto quasi da subito di fare l’astronauta, poi qualcosa deve essere cambiato. Pallino fisso, invece, è sempre rimasto quello della scrittura. In redazione mi hanno offerto una sedia che a volte assomiglia all’Apollo 11. Qui scrivo, e scopro. Maremma Oggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

Reset password

Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo un link per cambiare la tua password.

Powered by Estatik