Premio Scriabin, 14 i semifinalisti | MaremmaOggi Skip to content

Premio Scriabin, 14 i semifinalisti

Venerdì 23 febbraio i musicisti che partecipano al concorso pianistico internazionale si contenderanno la finale che si svolgerà al Teatro degli Industri
La giuria del Premio Scriabin 2024 al Teatro degli Industri

GROSSETO. Sono 14 i semifinalisti dell’edizione 2024 del Premio internazionale pianistico “Scriabin”. Venerdì 23 febbraio l’esibizione che porterà i tre migliori alla finale di domenica, al Teatro degli Industri a Grosseto.  

Quest’anno i semifinalisti del Premio internazionale pianistico “Scriabin” 2024 sono stati 14, anziché 12 come previsto, per decisione della giuria. Tra di loro c’è anche un italiano.

I semifinalisti sono Daria Vasileva (27 anni, Russia), Yuval Avital (22, Israele), Elizavetha Blokhina (22, Russia), Daria Bocharova (25, Russia), Tommaso Boggian (25, Italia), Mathis Cathignol (23, Francia), Arsen Dalibaltayan (21, Croazia), Duru Erdogan (19, Turchia), Seika Ishida (26, Giappone), Fumiya Koido (28, Giappone), Dmitry Mayboroda (30, Russia), Evelina Medvedko (19, Russia), Aikira Oyauchi (22, Giappone) e Ziyuan Qu (22, Cina). 

Di fatto l’ordine di esibizione, per 45 minuti per ciascuno, e le prove andranno avanti per l’intera giornata di questo venerdì e anche la mattinata di sabato 24 febbraio. Poi la giuria internazionale si riunirà nuovamente per annunciare i nomi dei tre pianisti ammessi alla finale di domenica 25 febbraio dalle ore 17 al Teatro degli Industri, insieme all’Orchestra sinfonica “Città di Grosseto” diretta da Sergio Baietta (biglietti in vendita in teatro venerdì 23 febbraio dalle ore 10 alle ore 12 e domenica 25 febbraio prima della finale, oppure online su https://comunegrosseto.ticka.it (infoline 333 5372994). 

La giuria 

A dirigere la giuria del Premio internazionale pianistico “Scriabin” 2024 è Natalia Trull (Russia, presidente), e gli altri membri Ludmil Angelov (Bulgaria), Vincenzo Balzani (Italia), Valentina Currenti (Italia), Antonio Di Cristofano, Yaron Kohlberg (Israele-Usa), Juan Lago (Spagna), Olivier Moulin (Francia) e Wolfram Schmitt-Leonardy (Germania). 

Al primo classificato andrà una borsa di studio di 9 mila euro con targa, diploma e concerti (premio offerto dal Rotary Club e dall’Associazione rotariana Carlo Berliri Zoppi); il secondo premio è una borsa di studio di 4.500 euro con targa e diploma (offerto dalla Fondazione CR Firenze); il terzo premio è una borsa di studio di 2.500 euro con targa e diploma (offerto dalla famiglia Giordano in ricordo di Nicola Giordano). Sono previsti anche il Premio speciale per la miglior esecuzione di un brano di Scriabin(borsa di studio di 1.000 euro con diploma offerta da Fondazione Grosseto cultura) e il Premio speciale del pubblico (borsa di studio di 500 euro con diploma offerta da Santa Cucchi e dedicato a Piero Gatti). 

Il Premio internazionale pianistico “Scriabin” è organizzato dall’associazione musicale Scriabin con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Grosseto, con i Teatri di Grosseto e Fondazione Grosseto Cultura, il sostegno degli sponsor Rotary Club Grosseto, Associazione rotariana Carlo Berliri Zoppi, Nuova Solmine, Generali Assicurazioni-Agenzia di Maurizio Marraccini e Fazioli Pianoforti, il contributo di Fondazione CR Firenze, Banca Tema, Banca Mediolanum-Ufficio dei consulenti finanziari di Grosseto, Istituto musicale comunale “Palmiero Giannetti”, ristorante “Gli attortellati”, Aurelia Antica Shopping Center, Mario Gennari Bricolarge, Hotel Granduca e Semar. Tra i partner anche l’Orchestra sinfonica “Città di Grosseto”, Tv9 e PuntoCom agenzia di comunicazione. 

Il Premio Scriabin fa parte degli eventi promossi dalla Alink-Argerich Foundation e ha ricevuto il riconoscimento ufficiale dal Museo Scriabin di Mosca e dal Centro russo di scienza e cultura “Casa Russia” di Roma. 

 

 

 

 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati