Più controlli sulla costa | MaremmaOggi Skip to content

Più controlli sulla costa

Più controlli, potenziamento dei sistemi di videosorveglianza, massima sinergia operativa tra le forze dell’ordine e la polizia locale a Capalbio e Orbetello: lo ha deciso il Comitato per l’ordine e la sicurezza
La prefetta Paola Berardino

CAPALBIO. I riscontri sono positivi, ma servono servizi mirati per mantenere la sicurezza, soprattutto sulla costa, dove l’arrivo dei turisti porta a un aumento della popolazione. Per questo il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica si è spostato a Capalbio, dov’è stato accolto dal sindaco Gianfranco Chelini.

Insieme all’amministrazione della piccola Atene, ha partecipato anche quella di Orbetello.

Un incontro, quello voluto dalla prefetta Paola Berardino, al quale hanno partecipato il questore Antonio Mannoni, il tenente colonnello dei  carabinieri Giorgio Piscioneri, il comandante della guardia di finanza Nicola Piccinni, il consigliere comunale del Comune di Orbetello Ivan Poccia, e il comandante della polizia provinciale Lorenzo Meloni.

Standard di sicurezza soddisfacenti

Nel corso dell’incontro è stata fatta una valutazione complessiva sullo stato dell’ordine e della sicurezza pubblica del territorio comunale, che ha evidenziato la presenza di soddisfacenti standard di sicurezza, reale e percepita. Serve tuttavia incrementare la collaborazione esistente tra le polizie locali e le forze dell’ordine, in un gioco di squadra capace di elevare il livello di percezione di sicurezza delle collettività locali.

La prefetta: «Riscontri positivi, ma servono servizi mirati»

È stata la prefetta Paola Berardino, a sottolineare la necessità di mantenere alti i livelli di monitoraggio e la vigilanza del territorio.

«Servono servizi mirati in chiave preventiva e di controllo, specie nel corso della presente stagione estiva – ha detto la prefetta – momento che costituisce un forte richiamo per i turisti in luoghi dove la tranquillità dell’ambiente rappresenta un fattore importante per un’offerta turistica di qualità».

Rispetto alle iniziative di prevenzione è stata evidenziata anche l’utilità della collaborazione dei cittadini, in caso di presenza di persone o situazioni sospette, chiamando tempestivamente il 112, numero unico d’emergenza, in modo da permettere alle forze di polizia d’intervenire rapidamente e con efficacia.

Di fondamentale importanza anche il potenziamento e l’ammodernamento degli impianti di videosorveglianza, integrati da sistemi di rilevazione delle targhe dei veicoli in transito, importanti strumenti di supporto alle attività investigative, oltre che di deterrenza alla commissione di reati.

 

Autore

  • MaremmaOggi

    nasce dall'idea di Guido Fiorini e Francesca Gori Notizie in tempo reale, turismo, economia, sport, enogastronomia, ambiente, informazione MaremmaOggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

Reset password

Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo un link per cambiare la tua password.

Powered by Estatik