Più agenti della municipale? Calossi e Ricciuti dicono di no | MaremmaOggi Skip to content

Più agenti della municipale? Calossi e Ricciuti dicono di no

Primo confronto tra i tre candidati del centrosinistra alle primarie: Confesercenti mette sul tavolo i temi cari ai commercianti e agli imprenditori del turismo. Sì agli appartamenti-foresterie per lavoratori all’ippodromo dei Pini
Turismo, una veduta di Follonica
Una veduta di Follonica

FOLLONICA. Visioni e soluzioni. Quelle dei tre canditati alle primarie della coalizione di centrosinistra che venerdì 8 marzo hanno incontrato i commercianti e gli operatori del settore turistico.

L’iniziativa organizzata dalla Confesercenti e coordinata dal presidente provinciale Andrea Biondi, ha voluto concludere un percorso iniziato mesi indietro per far emergere le criticità avvertite dalle categorie economiche. Criticità sottoposte ai tre candidati.

Un’operazione che avrebbe potuto dare risultati diversi se solo ci fosse stato a disposizione il tempo necessario per affrontare i molti aspetti che caratterizzano la città del golfo dando più spazio al dibattito con la platea.

Le criticità sul piatto

Ciò nonostante, Enrico Calossi (consigliere comunale di Rifondazione), Andrea Pecorini (vice sindaco e assessore ai lavori pubblici in quota Pd) e Alessandro Ricciuti (assessore alle politiche di coordinamento rilancio e sviluppo economico e  turismo in rappresentanza delle liste civiche) sono riusciti ad esprimersi almeno sugli aspetti caldi della città.

Da destra Andrea Pecorini, Andrea Biondi della Confesercenti, Enrico Calossi e Alessandro Ricciuti

Calo demografico, mancanza di alloggi da affittare per un periodo superiore ai canonici tre mesi estivi nonostante i 9000 appartamenti vuoti per almeno nove mesi l’anno, la mancanza di lavoro che implica l’emigrazione dei giovani verso località con maggiore richiesta di professionisti, il turismo che non decolla come dovrebbe per dare risposte concrete ad un’economia che definire in crisi è un eufemismo.

Appartamenti-foresterie all’Ippodromo e maggior decoro

I tre candidati si sono rivelati abbastanza allineati su molti dei punti trattati, per esempio sostenendo congiuntamente la necessità di utilizzare gli appartamenti-foresteria dell’ippodromo dei Pini da poco tornati di proprietà comunale, come alternativa a chi cerca un appartamento per un lungo periodo. 

C’è chi lo fa per motivi di lavoro, come gli stagionali sia del pubblico che del privato che fino ad ora hanno spesso dovuto rinunciare al posto per mancanza di alloggio.  Regolamentazione abitativa della zona industriale, aumento del servizio ferroviario, miglioramento dei collegamenti stradali, ma anche su come evitare lo svuotamento del centro frenando la chiusura delle attività commerciali, maggiore decoro e pulizia della città.

Scontro sulla polizia municipale

Se su tutti gli argomenti affrontati c’è convergenza di opinioni, la differenza è emersa quando è stato affrontato il tema dell’organico della polizia municipale.

Alla domanda se intendessero aumentare il numero degli agenti, in considerazione anche dei disagi degli ultimi anni dove la carenza di organico ha creato dei veri e propri vuoti nel servizio della municipale, Calossi e Ricciuti hanno decisamente minimizzato evidenziando i dati sulla diminuzione del numero delle denunce nell’ultimo anno, mentre Pecorini si è mostrato più possibilista ad una riflessione nel merito.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati