«Per fare carriera devi passare sotto alla scrivania» | MaremmaOggi Skip to content

«Per fare carriera devi passare sotto alla scrivania»

Direttore di una società accusato di violenza sessuale, molestie e lesioni da quattro ex dipendenti
L'ingresso del tribunale
Il tribunale di Grosseto

GROSSETO. «Per fare carriera devi passare sotto alla mia scrivania». E ancora: «Ora che fai parte della segreteria, scegli il regalo che vuoi e dopo abbassati a 90 gradi». Frasi sessiste, orribili,  rivolte a donne che lavoravano nell’azienda dove un cinquantenne della provincia di Viterbo era direttore. Donne che per mesi – tra l’autunno del 2019 e il gennaio del 2020, avrebbero subito le molestie del cinquantenne che ora dovrà affrontare l’udienza preliminare.

Udienza in tribunale rinviata

Molestie, violenza sessuale, lesioni: sono i reati che la sostituta procuratrice Valeria Lazzarini ha contestato a un imprenditore di 50 anni, originario di Acquapendente in provincia di Viterbo che ha un’azienda anche a Grosseto. Ad accusarlo sono quattro ex dipendenti dell’uomo.

L’udienza preliminare era stata fissata di fronte al giudice per l’udienza preliminare Marco Mezzaluna che avrebbe dovuto decidere se c’erano o meno i presupposti per il rinvio a giudizio dell’uomo ma è stata rinviata su richiesta dell’avvocata Francesca Carnicelli, che assiste le quattro donne. Una di loro, infatti, è risultata positiva al Covid, e anche l’imputato, difeso dall’avvocato Roberto Cerboni, non ha potuto partecipare all’udienza perché era in quarantena.

Mesi di soprusi e battute volgari

Due delle donne che hanno denunciato il direttore dell’azienda nella quale lavoravano, sarebbero state vittime di molestie. A loro sarebbero state dette frasi sessiste, a loro sarebbero stati rivolti inviti espliciti ad avere rapporti sessuali. 

Sulle altre due donne, invece, l’uomo avrebbe anche allungato le mani. «Quando me la dai?», avrebbe chiesto a una delle dipendenti: richieste e battute volgari che sarebbero state continue. E che in due occasioni, con due donne diverse, sarebbero sfociate in veri e propri atti sessuali: una volta, approfittando di essere solo nell’ascensore con una delle dipendenti, il cinquantenne avrebbe cercato di baciarla sulle labbra senza riuscirci. La vittima aveva infatti girato la testa, scansandosi. Il direttore però, a quel punto l’avrebbe anche buttata per terra.

Oltre che per questo episodio, l’uomo è accusato di violenza sessuale anche per aver cercato di baciare sul collo un’altra dipendente incontrata nell’antibagno dell’azienda. Subito dopo avrebbe cercato di bloccarle il passaggio verso l’uscita, tentando di toccarla sui fianchi. La donna per fortuna era riuscita a scappare dal bagno. Ma qualche giorno dopo, sempre nel tentativo di molestarla, l’avrebbe colpita con un calcio violento al piede sinistro, procurandole una malattia giudicata guaribile in 15 giorni.

Le quattro donne, lo hanno denunciato e presto si tornerà in aula per l’udienza preliminare.

Autore

  • Francesca Gori

    Redattrice di MaremmaOggi. Da bambina avevo un sogno, quello di soddisfare la mia curiosità. E l'ho realizzato facendo questo lavoro, quello della cronista, sulle pagine di MaremmaOggi Maremma Oggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

Reset password

Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo un link per cambiare la tua password.

Powered by Estatik