Pecorini o Ricciuti? Lo decidono le primarie | MaremmaOggi Skip to content

Pecorini o Ricciuti? Lo decidono le primarie

L’assemblea del Pd ha sciolto il nodo: I simpatizzanti di centrosinistra saranno chiamati a scegliere il proprio candidato alle elezioni
A sinistra Alessandro Ricciuti, a destra Andrea Pecorini

FOLLONICA. E primarie di coalizione siano. Nella serata di martedì 20 febbraio si è svolta l’assemblea degli iscritti al Partito Democratico e dopo poco meno di tre ore di confronto la scelta è stata fatta: la coalizione di centrosinistra organizzerà le primarie attraverso le quali affiderà all’elettorato simpatizzante la scelta del candidato unico alle elezione del prossimo giugno.

All’incontro hanno partecipato in videoconferenza anche il responsabile regionale Dem Luca Sani e quello provinciale Giacomo Termine.

L’assemblea del Pd ha deciso 

Una decisione non facile e nemmeno scontata dal momento che la candidatura del vice sindaco Andrea Pecorini avrebbe anche potuto evitare questo passaggio visto che, secondo il regolamento interno del PD, rappresenta la continuità con il governo precedente. Cosa diversa sarebbe stata se, come fu detto in un primo momento, la candidata fosse stata l’attuale presidente del consiglio comunale Francesca Stella.

Evidentemente il valore intrinseco dell’esercizio democratico delle primarie ha avuto la meglio e quindi presto la cittadinanza con diritto di voto potrà esprimere il proprio favore, o all’attuale vicesindaco Andrea Pecorini, oppure all’attuale assessore alle attività produttive Alessandro Ricciuti. Chi prenderà più preferenze sarà il candidato a sindaco della coalizione di centro sinistra.

Si attende la decisione del centrodestra 

La data ovviamente ancora non c’è: si tratterà di trovarne una papabile per tutte le forze componenti della coalizione. Certo è che il tempo stringe e nel frattempo c’è da augurarsi che anche dal centrodestra arrivino presto buone notizie per poter finalmente arrivare alla vera e propria campagna elettorale.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati