Le note barocche suonano a Gerfalco | MaremmaOggi Skip to content

Le note barocche suonano a Gerfalco

Domenica 10 ottobre alle 18 concerto della Ars Regia Ensemble nella Chiesa di San Biagio per canti della terra. Festival delle Viole 2021” 
Ars Regia Ensemble
Ars Regia Ensemble

MONTIERI.  Uno spettacolo che unisce la musica barocca con uno dei luoghi più affascinanti del sud della Toscana dal punto di vista storico e ambientale, l’antico borgo di Gerfalco e il territorio delle Cornate. È  questo il concerto “Canti della terra. Festival delle Viole 2021”che rientra nell’ambito della Festa dei Parchi per la promozione della Riserva Naturale regionale delle Cornate e Fosini organizzata dal Comune di Montieri (Gr), Parco Nazionale delle Colline Metallifere e Regione Toscana.

Il concerto

L’appuntamento è domenica 10 ottobre alle 18 nell’antica chiesa di San Biagio, che domina il paese. Un ambiente unico e suggestivo in cui si esibiranno i musicisti della Ars Regia Ensemble Barocco del Castello di Gerfalco composto da: Bianca Barsanti, soprano, Stefano Agostini, traversiere, Beatrice Bianchi, violino, Selina Cremese, violino, Alessandro Pierini, viola da gamba, Cristiano Cei, tiorba, chitarra barocca e liuto, Dimitri Betti, clavicembalo.

Saranno eseguiti brani del grande repertorio europeo del Seicento e Settecento; musiche di Jacques-Martin Hotteterre, Marin Marais, Jean Baptiste de Bousset, Henry Purcell, Georg Friedrich Händel, Antonio Vivaldi, Giovanni Battista Pergolesi, Claudio Monteverdi e Girolamo Frescobaldi.

L’Ars Regia è nata nel contesto del Festival delle Viole, il primo festival italiano dedicato alla viola da gamba che dal 2011 anima il borgo di Gerfalco con corsi, workshop e concerti. L’ensemble ha questo riferimento geografico nel nome, in quanto gruppo residente, si ritrova a Gerfalco periodicamente per pianificare programmi, prove, registrazioni e video.

Il ritorno dopo la pandemia

Il festival ritrova il pubblico dopo un anno di stop a causa della pandemia. Ma non è stato un periodo senza attività: nel 2020 sono stati prodotti una serie di cinque video con altrettante esibizioni nei luoghi simbolo della Riserva naturale e quest’anno è già stato organizzato un concerto nei primi giorni di settembre. «È ancora un’edizione transitoria – precisa il direttore artistico Alessandro Pierini – organizzata per dare un senso di continuità e dire al nostro pubblico e agli abitanti di Gerfalco che dopo il Covid vogliamo andare avanti cercando anche di migliorare. Infatti stiamo già lavorando per avere il prossimo anno un calendario più organico e ricco di eventi e concerti».

«Questo evento è il segno di una proficua collaborazione tra Regione, Comune e Parco – spiega Lidia Bai presidente del Parco Nazionale delle Colline Metallifere – che vede oltre ai percorsi ambientali, di archeologia industriale e quelli sulla geologia, anche una parte importante legata agli eventi culturali. “I canti della terra. Festival delle Viole”, è ormai un appuntamento consolidato che caratterizza e promuove quella parte della Riserva Naturale delle Cornate che coincide con il nostro Parco. In più ci si riappropria di aree e territori fino adesso considerati marginali, ed è questo un tema di grande attualità soprattutto dopo la pandemia».

«Abbiamo voluto creare un lavoro di alto profilo – ha spiegato il sindaco di Montieri Nicola Verruzzi – dove la musica antica si sposa ad un territorio unico nel suo genere come quello della Riserva delle Cornate».

Ingresso libero nel rispetto delle norme anti Covid-19 ma prenotazione obbligatoria online con il link: www.eventimusicpool.it. Per informazioni e-mail: info@parcocollinmetallifere.it

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected