Niente geotermia a Scansano, il no della Regione | MaremmaOggi Skip to content

Niente geotermia a Scansano, il no della Regione

La Regione è chiara, Terra energy non potrà utilizzare i permessi di ricerca a Pancole e a Pomonte. A Magliano, invece, c’è un ricorso al Tar
Nel fotomontaggio, una centrale geotermica fra i vigneti del Morellino
Nel fotomontaggio, una centrale geotermica fra i vigneti del Morellino

SCANSANO. Niente geotermia a Pancole e Pomonte, arriva il no della Regione. Mentre è ancora in sospeso la situazione a Pereta (Magliano), in quanto si attende la decisione del Tar sui ricorsi di alcuni dei proprietari dei terreni oggetto di esproprio. 

Espropri concessi dalla Regione, sulla base di una legge che risale addirittura al 1927.

Forse una soluzione si troverà quando sarà approvata la legge proposta dall’onorevole Marco Simiani che esclude le aree non vocate anche dalla ricerca. L’ideale sarebbe che la norma venisse introdotta, con un emendamento, nel Dl Energia in approvazione dopo Natale.

No alla geotermia, a Scansano si brinda

«Possiamo tirare un sospiro di sollievo, e ringraziare tutti coloro che si sono impegnati in una battaglia lunga sette anni” commenta felice e sollevata Maria Bice Ginesi, sindaca della cittadina maremmana».

La conferenza dei servizi della Regione Toscana ha scritto la parola fine, ufficializzando il già preannunciato diniego: Terra energy non potrà utilizzare i permessi di ricerca a Pancole e a Pomonte. Non ha la capacità economica per reggere l’impresa.

«Si è preso atto – sottolinea il portavoce di Scansano Sos Geotermia Matteo Ceriola – di quel che abbiamo sottolineato sin dal primo giorno».

Ed in effetti, nel ricostruire la lunga e tortuosa storia del procedimento amministrativo, i dirigenti della Regione Toscana hanno ricordato come sin dal 2017 e a più riprese è stato chiesto al proponente di dimostrare di avere le risorse economiche per effettuare le ricerche e poi ripristinare i luoghi. Non sono stati in grado di farlo malgrado tante proroghe. E ora i permessi sono decaduti.

L’ultima riunione ha inoltre segnato un passo in avanti decisivo nella discussione sullo sfruttamento della geotermia. Nel riassumere i motivi del diniego, è stato sottolineato che, oltre alle capacità economiche, si deve tener conto che non è possibile imporre trivellazioni così importanti contro la volontà delle realtà locali. E che Scansano fosse decisa nel respingere quei progetti è stato chiarissimo dal primo giorno.

«È una vittoria di tutta la comunità e come tale la festeggeremo» dice Maria Bice Ginesi ricordando l’impegno di tanti: l’amministrazione comunale attuale e precedente, il comitato di cittadini, le realtà economiche come la Cantina dei Vignaioli, la Cooperativa di Pomonte, il Consorzio di tutela del Morellino.

«E in particolare – sottolinea Ginesi – Jacopo Biondi Santi che ha sostenuto il costo delle azioni legali. E l’avvocato Stefano Pasquini che ci ha rappresentato con tanta professionalità e partecipazione».

Resta l’incredibile contraddizione tra la tutela ambientale ed economica assicurata dalla legge sulle Aree non idonee allo sfruttamento della geotermia e la concessione di permessi di ricerca altrettanto invasivi e dannosi per realtà che vivono di produzioni di pregio e turismo.

«Per questo – dice Ginesi – rinnoviamo l’appello a tutti i parlamentari, di centrodestra e di centrosinistra, a votare la proposta dell’on. Marco Simiani tesa a vietare la ricerca in aree non idonee alla successiva costruzione delle centrali. Noi ci siamo tolti un macigno dalle spalle, non vogliamo che altri territori si trovino a combattere la stessa battaglia».

A Magliano in Toscana, infatti, la situazione è analoga. Anche qui c’è un comitato (Maremma Amata, ndr) e anche qui si fa fatica a capire per quale motivo una società voglia investire parecchi milioni per fare ricerca in un’area dove non sarà mai autorizzata la costruzione di una centrale. Al momento l’iter in Regione è bloccato da alcuni ricorsi al Tar, se ne riparlerà fra qualche mese.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati