Muore due settimane dopo la figlia 35enne | MaremmaOggi Skip to content

Muore due settimane dopo la figlia 35enne

L’imprenditrice, rimasta in sedia a rotelle dopo un terribile incidente all’ippodromo, aveva lottato decenni per la sua casa finita all’asta
Sandra Pelosi

GROSSETO. Sandra Pelosi non ha retto ad un altro dolore ed è morta due settimane dopo la figlia, scomparsa in tragiche circostanze proprio a Grosseto. Senese di origine, ma grossetana di adozione, Sandra Pelosi da anni combatteva per la sua casa, finita all’asta. La donna, sulla sua battaglia giudiziaria, stava scrivendo un libro. 

Se n’è andata giovedì 11 luglio, come riporta la Gazzetta di Siena

In sedia a rotelle dopo l’incidente al Casalone

È stata una vita difficile quella di Sandra Pelosi, che cambiò drasticamente nel 2010, mentre era all’ippodromo del Casalone. Un cavallo aveva scalciato e l’aveva colpita. Un lungo calvario che l’ha portata a vivere su una carrozzina. E che l’ha costretta a veder venduta all’asta la sua casa in via dei Rossi a Siena, per la quale ha combattuto strenuamente.

Nel 2018, Sandra aveva perso il marito, Luigi Gorello che le era sempre stato accanto, in tutte le battaglie che la donna aveva combattuto nelle aule del tribunale. Dopo che le fu tolta la casa a Siena, Pelosi presentò anche un esposto alla Procura di Grosseto. E due anni fa, sulla sua vicenda giudiziaria, aveva cominciato a scrivere un libro. 

Due settimane fa, però, le era arrivato il colpo più duro: la sua amatissima figlia, di soli 35 anni, è morta in tragiche circostanze. Sandra non ha retto al dolore più grande, quello di sopravvivere a sua figlia. Oggi se n’è andata anche lei. 

Autore

  • MaremmaOggi

    nasce dall'idea di Guido Fiorini e Francesca Gori Notizie in tempo reale, turismo, economia, sport, enogastronomia, ambiente, informazione MaremmaOggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

Reset password

Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo un link per cambiare la tua password.

Powered by Estatik