Moria di uccelli vicino all'ospedale | MaremmaOggi Skip to content

Moria di uccelli vicino all’ospedale

L’allarme dell’associazione ambientalista: intervengono i carabinieri forestali. Storni, passerotti, piccioni e gazze ladre sono stati trovati senza vita, analisi per stabilire le cause
Uno degli esemplari trovati morti all’ospedale

GROSSETO. Moria di uccelli all’ospedale di Grosseto. Dopo una segnalazione avvenuta qualche giorno fa, i carabinieri del nucleo Forestale hanno accertato decine di esemplari morti e hanno avvertito il nucleo veterinario dell’Asl Sud Est per fare ulteriori verifiche.

L’allarme degli ambientalisti

«La moria di uccelli all’ospedale di Grosseto è un fenomeno preoccupante – ha detto Gabriella Caramanica, segretario nazionale di Rivoluzione Ecologista Animalista – Si tratta di storni ma anche passerotti, piccioni e gazze ladre. Ci chiediamo cosa sia successo e cosa abbia potuto provocare questa strage. Purtroppo, negli ultimi anni si sono moltiplicate morie di questo tipo. C’è da capire se sia dovuto ad avvelenamento, per cui esprimiamo preoccupazioni per gli animali domestici presenti nell’area e per la fauna selvatica. Pare che a ridosso dell’ospedale vi siano dei campi agricoli appena trattati. I volatili potrebbero aver mangiato qualcosa nel campo e poi sono venuti a morire nel parco dell’ospedale. Oppure altre cause andrebbero accertate»,

Un esemplare di uccello morto all’ospedale

Morie simili sono state registrate in tutta Italia, in centri urbani come Milano o Roma. «Avvelenamento? Campi elettromagnetici o elettroonde, smog? Sul caso di Grosseto, vogliamo delle risposte», conclude il segretario nazionale Rea.

Intervengono i carabinieri forestali

Decine e decine di uccelli morti. Mercoledì 13 dicembre i carabinieri forestali sono intervenuti nell’area dell’ospedale per raccogliere alcuni campioni e mandarli ad analizzare all’istituto zooprofilattico

Alcuni esemplari sono rimasti in cella frigorifera fino a questa mattina, giovedì 14 dicembre, quando sono stati poi trasferiti a Siena. Gli altri invece, sono stati raccolti e smaltiti. 

Ma anche questa mattina, nella zona dell’ospedale, sono stati trovati altri esemplari di uccelli morti. 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati