Montieri, l'omaggio d'artista alla castagna | MaremmaOggi Skip to content

Montieri, l’omaggio d’artista alla castagna

Il designer Carlo Cialli ha realizzato un video per promuovere la sagra del borgo: «È il mio modo di dimostrare l’attaccamento a casa mia»
Un fotogramma del video
Luca Cialli durante un viaggio a Betlemme, con un giovane palestinese davanti a un disegno di Bansky

MONTIERI. Ha girato il mondo: ha vissuto in Inghilterra e in Francia, ha lavorato in Portogallo e nel Triveneto. Dopo il liceo artistico ha studiato design al Politecnico di Milano, poi si è fatto le ossa negli studi più importanti d’Italia. Ma dopo vent’anni, ha deciso di tornare a Montieri, l’unico posto che chiama casa.

E per ringraziare Montieri e la sua gente e rendere al borgo l’omaggio che merita, l’artista ha deciso di realizzare un video promo per la sagra della castagna.

Immagini veloci per parlare di lentezza

A Montieri il tempo trascorre lento: le persone del borgo si conoscono tutte tra di loro e quando c’è bisogno, la risposta arriva immediataLa tecnologia, l’iperconnessione, il “think different” che ha fatto esplodere marchi come la Apple, sono lontani anni luce dallo spirito che si respira nel comune metallifero.

Carlo Cialli a Betlemme
Carlo Cialli a Betlemme

Ed è proprio su questi concetti che ha voluto giocare Carlo Cialli nel suo video: sulla velocità, sul prendere i simboli della vita accelerata che si vive altrove e sul calarli nella realtà del borgo. Dove è vero che «la patatina piace a tutti», ma dove ad esempio si apprezza ancora di più la castagna.

Cialli non è nuovo a questo tipo d’imprese: due anni fa dipinse la cabina elettrica dell’Enel per rendere omaggio al pittore Ivano Danti, scomparso da poco. Il sindaco di Montieri Nicola Verruzzi, in quell’occasione, lo definì un genio.

La cabina elettrica dipinta da Carlo Cialli
La cabina elettrica dipinta da Carlo Cialli

Ora, con la cooperativa Itinera, l’artista ha cambiato linguaggio e ha realizzato il video che sta facendo il giro della Maremma, raccogliendo ovunque consensi. Perché la lentezza di Montieri, Cialli, l’ha raccontata a velocità supersonica, in 40 secondi, attraverso i volti dei montierini e la regina del bosco, la castagna appunto. «Montieri è vita sana, vita di paese, sostanza – dice Cialli – il video restituisce tutto questo ma con immagini che vanno velocissime».

Un progetto di “guerrilla marketing“, realizzato con prodotti non convenzionali e low cost rivolto a tutti per l’associazione La Meria di Montieri, che sta organizzando la sagra insieme alle altre associazioni del territorio. Sagra che si terrà il 24 e il 31 ottobre.  «Le associazioni sono importantissime in territorio come quello di Montieri – dice ancora Cialli – ed è bello quando lavorano tutti insieme in questo modo. Io non posso fare altro che ringraziarle tutte, come ringrazio anche il Comune che mi ha dato questa possibilità».

Dai progetti degli yacht ai giochi antichi

È un percorso quasi a ritroso quello fatto dall’artista Carlo Cialli. Nato a Piombino 39 anni fa, dopo il diploma al Politecnico di Milano, per vent’anni Cialli ha girato l’Europa e ha lavorato come design in studi famosissimi. «Ho lavorato nella progettazione industriale di auto, yacht e mobili – racconta – per studi importanti. I miei punti di riferimento sono stati Anty Panzera e Giulio Iacchetti, entrambi compasso d’oro».

LEGGI ANCHE: Tornare in Maremma: la scelta di Guendalina ed Elisabetta

 

Lo dice a bassa voce, ma nel suo portfolio c’è stato anche il premier inglese Boris Johnson, per il quale ha realizzato il disegno di un’auto elettrica.

Dopo vent’anni però, Cialli ha scelto di tornare a Montieri. «Sono montierino, sto bene qui», taglia corto il designer che sempre a Montieri  ha curato la tappa del “Sarcigno tour” di Mollica’s, che ad agosto ha fatto tappa nel borgo.

Sagra della castagna a Montieri
Sagra della castagna a Montieri

Ora, per due domeniche, il borgo sulle colline metallifere sarà animato dalla sagra della castagna: quest’anno non ci saranno gli stand, ma gli organizzatori stanno rispolverando giochi antichi da proporre ai più piccoli. Una scelta che rafforza il messaggio che Cialli ha voluto mandare con il suo video: «L’amore che mi lega a questo borgo – dice – al quale ho voluto dedicare, per contrasto, il mio elogio della lentezza».

 

 

 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected