Minacciato con un coltello dal ladro in fuga | MaremmaOggi Skip to content

Minacciato con un coltello dal ladro in fuga

In tre si sono presentati in un’azienda vinicola: due sono scesi da una Golf nera mentre l’altro faceva il palo. Simone Cigli ha provato a fermare un malvivente, che però gli ha puntato contro la lama. Sono scappati a mani vuote
Simone Cigli, l'uomo che ha inseguito il ladro
Simone Cigli, l’uomo che ha inseguito il ladro

ROCCASTRADA. «Chiama i carabinieri. Chiama i carabinieri» Queste sono le parole che ha sentito Simone Cigli mentre stava lavorando nella sua azienda vinicola. L’uomo era con dei clienti nella sala degustazione vini quando ha sentito suo fratello Luca urlare.

Simone è corso all’esterno dove ha visto due uomini che stavano scappando. Il tutto è avvenuto alla luce del sole, alle 17 di mercoledì 12 giugno.

I malviventi erano in 3 in totale, due sono scesi dall’auto mentre uno è rimasto all’interno della vettura, pronto alla fuga e avevano anche un coltello con loro.

Sul posto è intervenuta una pattuglia dei carabinieri della compagnia di Follonica.

Entrano nell’azienda con il volto coperto

Simone ha sentito Luca urlare «Chiama i carabinieri. Chiama i carabinieri» ed è corso all’esterno, ha saltato la recinzione, ha provato a catturare un ladro e c’era quasi riuscito. Ma il malvivente ha tirato fuori dalle tasche un coltello, gesto che ha fermato Simone per qualche momento.

Attimi che hanno dato al ladro la possibilità di fuggire dentro l’auto una golf nera, e di scappare.

Mentre se ne stavano andando, correndo, i due malfattori hanno insultato e minacciato di morte Luca.

I tre malviventi avevano dei foulard davanti alla bocca e al naso, in modo da non poter essere riconosciuti. Poco dopo la loro fuga è stata vista una Volkswagen Golf nera a Ribolla, il cui conducente dell’auto guidava ben oltre il limite di velocità consentito.

Autore

  • Marina Caserta

    Collaboratrice di MaremmaOggi. Amo le bollicine, rigorosamente in metodo classico; il gin e credo che ogni verità meriti di essere raccontata. Non bevo prosecco e non mi piacciono né i prepotenti né le ingiustizie. Maremma Oggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

Reset password

Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo un link per cambiare la tua password.

Powered by Estatik