"Mille occhi in città" con il controllo del vicinato | MaremmaOggi Skip to content

“Mille occhi in città” con il controllo del vicinato

Il progetto realizzato dalla prefettura insieme al Comune va ad aumentare la comunicazioni fra istituzioni, vigilanza privata e cittadini, per contrastare situazioni di degrado ambientale e dei luoghi pubblici
Santa Fiora
Santa Fiora

SANTA FIORA. La prefettura e il Comune di Santa Fiora hanno dato il via al progetto “Mille occhi sulla città“, che prevede un maggior controllo delle forze dell’ordine e della vigilanza privata sul territorio. Inoltre saranno coinvolti tutti i cittadini con i controlli del vicinato.

L’intervento è basato sull’azione preventiva: ovvero intensificare il controllo sul territorio attraverso un lavoro di squadra con le forze dell’ordine, compresa anche la polizia provinciale e municipale. L’obiettivo è aumentare il livello di sicurezza percepito dai cittadini.

All’incontro, coordinato dalla prefetta Paola Berardino, hanno partecipato il sindaco di Santa Fiora, Federico Balocchi, la provincia di Grosseto, i vertici delle forze dell’ordine e i rappresentanti degli istituti di vigilanza aderenti all’iniziativa, quindi Rangers Srl e Corpo vigili giurati spa.

Come funziona l’accordo

L’accordo mira a valorizzare i compiti delle guardie giurate, attraverso una collaborazione informativa tra le centrali operative degli istituti di vigilanza e quelle delle forze dell’ordine. Lo scopo è la segnalazione tempestiva delle situazioni che vanno a minare l’ordine e la sicurezza pubblica, comprese quelle che rientrano nei fattori ambientali e di degrado, che incidono sulla sicurezza urbana.

La prefettura si occuperà di promuovere le attività formative per le guardie giurate, con l’aiuto delle forze dell’ordine. Il confronto e il dialogo saranno essenziali per lo sviluppo dei percorsi di crescita professionale e di consapevolezza, sia sulle responsabilità e sia sull’importanza dei compiti destinati alla vigilanza privata.

Il progetto è un ulteriore conferma dello spirito di unione fra le istituzioni e il settore della vigilanza, per un azione collettiva più efficace. Inoltre l’accordo consentirà la tutela delle condizioni e l’uso degli spazi urbani.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati