Marta è Miss Frociarola: parola di drag queen | MaremmaOggi Skip to content

Marta è Miss Frociarola: parola di drag queen

Ha superato il quiz e si è esibita ballando sulle note di “Why don’t you do right?” ricordando Jessica Rabbit. Il 12 gennaio la reginetta toscana parteciperà alle finali nazionali
Marta Nepi Miss Frociarola
Marta Nepi, la vincitrice

GROSSETO. Una fascia per chi sostiene la comunità LGBTQ+, una giuria di drag queen, cantanti emergenti e tanti glitter e paillettes. Questa è Miss Frociarola. Un concorso di bellezza e talento a cui possono partecipare tutte le persone eterosessuali che sostengono il collettivo arcobaleno.

L’evento si è svolto il 17 novembre al circolo khorakhanè, con 5 finaliste da tutta la Toscana. La vincitrice, che porta con orgoglio la fascia fucsia, è Marta Nepi.

Il direttore artistico è Salvatore Bencivenga, della “shikkeria” del Khorakhanè, l’evento mensile dedicato al collettivo LGBTQ+ ideato da Mauriziano Carannante. Bencivenga questo 2023, ha deciso di provare a portare Miss Frociarola a Grosseto. «È un evento che cerca di unire tutti – dice – sia all’interno della comunità sia all’esterno. Abbiamo tante persone che ci sostengono a Grosseto e ci è sembrato giusto celebrarle. Insomma, ci sono tante frociarole e questo è meraviglioso».

La vincitrice: «basta pregiudizi»

Marta Nepi si è aggiudicata la fascia del concorso passando da due fasi selettive. Ha superato il quiz, composto da domande di cultura generale e sul collettivo arcobaleno, e la prova/esibizione. «Ho ballato sulle note di “Why don’t you do right?” ricordando Jessica Rabbit – dice – ho costruito il mio spettacolo sul messaggio che volevo mandare: essere sempre se stessi senza vergogna. All’inizio della performance avevo dei vestiti molto mascolini e mentre cantavo ho iniziato a togliere qualche indumento, diventando molto più sexy».

La vincitrice ha sempre sostenuto la comunità LGBTQ+. «Ho molti amici gay e per questo sono sempre stata presente nell’ambiente arcobaleno – dice Marta – è un mondo che ho sempre vissuto da vicino e che sento mio. Ho sempre supportato emotivamente i miei amici nei loro problemi, ma questa volta è la prima volta che mi espongo pubblicamente per la causa ed è stato meraviglioso. Sul palco mi sentivo a casa».

Questa fascia per Marta è come una piccola rivoluzione. «Questa vittoria per me è importante, perché è un simbolo per combattere i pregiudizi, che spesso toccano anche me, visto che molti mi chiedono se sono etero o se sono lesbica solo perché ho amici gay e ho partecipato a Miss Frociarola. Ognuno di noi dovrebbe essere felice nei suoi panni senza sentire il peso del giudizio».

Il concorso di Miss Frociarola

Miss Frociarola Toscana ha richiamato tanta gente. «C’erano veramente tante persone e questo ci dà molta soddisfazione – dice Salvatore Bencivenga – nelle serate della shikkeria ci impegniamo molto nell’organizzazione. Proviamo anche a dare una proposta musicale nuova ed emergente, per esempio per Miss Frociarola avevamo Divina e Miranda, gruppo hyperpop, ma anche Eliachesuona, un cantautore».

«Avevamo un giuria di drag queen con la Diva, la Cheressa, la Santa Viola e la Zia Nazionale – conclude – questo è stato possibile grazie a tutti quelli che hanno partecipato e che hanno organizzato insieme a me questo evento speciale».

Per Marta Nepi non finisce qui. Vincitrice di Miss Frociarola Toscana, il 12 gennaio parteciperà alle finali nazionali.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati