Manca un'area sosta per i camper a Grosseto | MaremmaOggi Skip to content

Manca un’area sosta per i camper a Grosseto

Il Camper club Maremma ha promosso una proposta di deliberazione di iniziativa popolare da presentare in Comune. per realizzarla. Ecco come firmare
Un camper sulla spiaggia

GROSSETO. In città non c’è un’area comunale attrezzata per la sosta dei camper, malgrado che la Maremma – e il suo capoluogo –  sia terra di camperisti e, soprattutto, meta di camperisti. Per questo, il Camper Club Maremma, un’associazione no profit nata a Grosseto nel 1988 e che oggi conta 225 associati, ha deciso di promuovere una proposta di deliberazione di iniziativa popolare per la realizzazione di un’area di sosta attrezzata per i camper, in città.

La deliberazione, se va in porto raggiungendo il quorum delle 100 firme, dovrebbe impegnare il Comune a convocare un tavolo tecnico con gli uffici e il Camper club Maremma per individuare il luogo adatto per l’area di sosta attrezzata, definire il percorso progettuale, i tempi di realizzazione e soprattutto reperire le risorse necessarie per la realizzazione.

Un vantaggio per la città e il comprensorio

«L’esperienza nel turismo camperistico, così come i numeri crescenti del settore negli ultimi anni, ci fanno ritenere che la realizzazione di questo servizio porterebbe alla nostra città, e a tutto il suo comprensorio, un sicuro incremento turistico, generato da una tipologia di accoglienza presente in quasi tutte le città italiane ed europee, ma che invece manca a Grosseto», scrive il Direttivo del Camper club.

«Consideriamo che, nel 202,1 in Italia ci sono state ben 7.342 nuove immatricolazioni con una crescita del 12% rispetto all’anno precedente. Consideriamo, inoltre, che una città dotata di un’area attrezzata per i camper viene segnalata sulle pagine delle riviste e dei siti specializzati del settore, tra cui Plein Air, In Camper, Touring Club Italia, con una conseguente promozione gratuita del nostro territorio», aggiungono.

Migliorare l’accoglienza per far crescere le presenze turistiche

I paesi europei – come Francia, Germania, Spagna, Austria, Belgio, Olanda e Danimarca,  che hanno da subito compreso l’importanza di accogliere con servizi adeguati il turismo camperistico, hanno dato così un forte impulso all’indotto: aree di sosta attrezzate che stimolano i camperisti a visitare una determinata zona significano non solo accoglienza, ma visite ai musei, utilizzo di trasporti cittadini, valorizzazioni delle frazioni, acquisti di prodotti locali.

Cui si unisce la promozione veicolata dal passaparola dei camperisti. «Per esperienza maturata sul campo, possiamo dire che le città accoglienti, attraverso il passaparola tra i camperisti e le loro associazioni che organizzano raduni in ogni parte d’Italia, si guadagnano quella stima e simpatia che le fa scegliere quali mete o tappe dei viaggi di questa grande rete di turisti itineranti», scrivono i camperisti maremmani.

Come e dove firmare 

Possono aderire alla proposta di deliberazione di iniziativa popolare tutti i cittadini, purché  

  • maggiorenni
  • iscritti nelle liste elettorali del Comune di Grosseto

Si firma in Comune, in piazza Duomo n. 1 (al primo piano), dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30, il martedì e il giovedì anche dalle 15 alle 17. Per firmare bisogna presentare un documento di identità.

Per ulteriori informazioni, contattare il Camper Club Maremma scrivendo attraverso il sito dell’associazione.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected