Luce soffusa, rose rosse e piatti gourmet: la tavola di San Valentino | MaremmaOggi Skip to content

Luce soffusa, rose rosse e piatti gourmet: la tavola di San Valentino

I consigli per la mise en place perfetta per la sera degli innamorati: la guida di MaremmaOggi per fare colpo su lei/lui

di Elisa Bartalucci

GROSSETO. Innamorati di tutto il mondo, siete pronti?. Il 14 febbraio è arrivato e la regola per la cena romantica della sera degli innamorati, è una ed una sola: stupire.

È questo il giorno del romanticismo e delle smancerie, dei fiori, degli cioccolatini a forma di cuore e delle dediche sdolcinate. È vero, l’amore si deve dimostrare ogni giorno dell’anno e non deve essere una ricorrenza sul calendario a farci ricordare di celebrare la nostra relazione, però possiamo cogliere quest’occasione per ritagliarci uno spazio romantico, per prenderci qualche ora per stare insieme e pensare alla coppia. Un pretesto, insomma, quello di San Valentino da cogliere al volo, per rallentare dagli impegni di sempre, dalla frenesia della quotidianità, dalle responsabilità che a volte ci allontanano.

Candele, decorazioni e rose rosse

Se alla classica cena al ristorante, preferite organizzare la serata di San Valentino a casa, noi di MaremmaOggi vi regaliamo qualche consiglio prezioso. La scelta di festeggiare a casa è una scelta vincente; non solo perché potete personalizzare tutte le decorazioni in modo scenografico in base ai vostri gusti, ma anche perché l’atmosfera creata tra le mura di casa è sicuramente più intima e magica di qualsiasi ristorante.

Le regole per una mise en place di San Valentino perfetta sono poche e semplici.

Prima di tutto si deve pensare alla giusta illuminazione: la luce soffusa, infatti, aiuta a rendere l’atmosfera più romantica, i giochi di luce e ombre sulla tavola rendono tutto più intrigante e sentimentale. Per ottenere questo risultato avete due possibilità: la prima sono le classiche candele che potrete sistemare come centrotavola, magari rosse o bianche, di diverse altezze e dimensioni, oppure lasciar galleggiare in boule di acqua arricchite con petali di rose; mentre la seconda opzione è la catena di luci led alimentate a batteria da posizionare direttamente sulla tavola o all’interno di un vaso di vetro trasparente.

Fiori profumati e coccole

A San Valentino, poi, come si può non pensare al bouquet di fiori? E per l’occasione i fiori sono solo rose rosse. Che sia un mazzo o una rosa sola, magari posizionata sul piatto, accompagnata chissà da petali sparsi sulla tovaglia, l’elemento floreale è fondamentale.

Il colore per eccellenza di San Valentino è il rosso, simbolo di passione e amore, ma la tavola può essere apparecchiata anche con altri colori: quello che conta è puntare sui contrasti. Per la sistemazione della posate, poi, seguite le regole classiche: posizionate, quindi, il coltello a sinistra con la lama rivolta verso il piatto e le forchette a destra. Sopra al piatto a destra vanno posizionai i bicchieri, uno per l’acqua e l’altro per il vino.

Dopo la tavola è il momento di pensare al menù: antipasto, primo, secondo e dolci. Ci affidiamo qui alla proposta di Fatto in casa da Benedetta, che per l’occasione suggerisce un menu di San Valentino impeccabile: per ogni portata una proposta di pesce, carne e una vegetariana, con ricette e video dimostrazioni. Da poter scegliere, così, quella perfetta per voi.

E adesso che siete preparati, non vi resta che chiamare il vostro partner per l’invito a cena.

Viva l’amore. In ogni sua forma e colore.

Buon San Valentino da MaremmaOggi.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati