Logopedia risposta ai disturbi del linguaggio. Il webinar gratuito | MaremmaOggi Skip to content

Logopedia risposta ai disturbi del linguaggio. Il webinar gratuito

I disturbi del linguaggio possono essere una barriera fra i bambini e il mondo che li circonda. Vi spieghiamo come affrontarli, in diretta sui nostri canali social
La dottoressa logopedista Giulia Pierro
La logopedista Giulia Pierro che terrà il webinar giovedì 14 alle 18,30

GROSSETO. I disturbi del linguaggio possono essere una barriera fra i bambini e il mondo che li circonda. 

In questo contesto la logopedia svolge un ruolo essenziale nel migliorare la qualità della vita dei bambini affetti da disturbi del linguaggio, fornendo loro le competenze e le risorse necessarie per comunicare in modo efficace e partecipare pienamente alla vita quotidiana. Continui progressi nella ricerca e nello sviluppo di nuove tecniche terapeutiche offrono speranza per un futuro in cui tutti possano godere di una comunicazione piena e soddisfacente.

I disturbi del linguaggio possono essere causati da una serie di fattori, tra cui predisposizione genetica e fattori ambientali, ma anche lesioni cerebrali e disturbi neurologici. La diagnosi dei disturbi del linguaggio richiede una valutazione completa condotta da professionisti qualificati, come logopedisti o neuropsichiatri infantili, che utilizzano una combinazione di test standardizzati, osservazioni cliniche e valutazioni del contesto sociale e familiare.

Proprio questo è il tema del secondo webinar gratuito, tenuto dalla dottoressa logopedista Giulia Pierro, in collaborazione con il Centro Pegaso di via Birmania. 

Il webinar è in programma giovedì 14 alle 18,30, sui canali social di MaremmaOggi.

La dottoressa logopedista Giulia Pierro

Giulia Pierro è logopedista, laureata nel 2021 all’Università degli studi di Siena. Dopo il conseguimento della laurea intraprende un’ulteriore specializzazione frequentando il corso di laurea magistrale in scienze della riabilitazione.

Giulia ha lavorato con tutte le età (pediatrica, adulta e geriatrica) riscoprendo con il tempo la meraviglia unica di ognuno di questi ambiti di intervento così ampi e ricchi di sfumature.

Nel 2023 ha frequentato il corso Prompt di I° Livello, ha partecipato a corsi sulla valutazione e trattamento della balbuzie, sui disturbi di linguaggio in età pediatrica e sulla stimolazione cognitiva in età geriatrica.

L’aggiornamento nella professione delle logopedista è la parola d’ordine, motivo per cui è una prerogativa di questo lavoro.

Il webinar sui disturbi del linguaggio

Durante il secondo incontro della rubrica “Logopedia? Parliamone insieme!” si parlerà di un ampio tema della logopedia come i disturbi del linguaggio, la cui prevalenza ad oggi è di circa 5 bambini su 100, molto alta rispetto ad altri disturbi evolutivi.

Si tratta di quadri nei quali la normale acquisizione del linguaggio risulta alterata fin dalle prime tappe dello sviluppo fisiologico. Ciò comporta un importante impatto nell’ambito della comunicazione e della partecipazione sociale fino ad avere ripercussioni a livello degli apprendimenti scolastici.

Secondo la letteratura scientifica, infatti, i bambini con disturbi di linguaggio, se non trattati, possono sviluppare disturbi di apprendimento (dislessia, disortografia…) e disturbi della condotta, con alta frequenza di abbandono scolastico, problemi emotivi, scarsa autostima, difficoltà di socializzazione e, a lungo termine, stato socioeconomico basso.

Durante l’incontro si parlerà dell’importanza di un inquadramento e di un intervento logopedico precoci affinché le difficoltà siano sanate al meglio e più facilmente e la famiglia sia istruita su quale sia l’approccio migliore per stimolare il linguaggio del proprio bambino.

L’appuntamento è per il 14 marzo sui canali di Maremma Oggi.

CLICCA PER SEGUIRE IL WEBINAR – Giovedì 14, ore 18,30

 
Gli altri webinar

La prima puntata del nostro ciclo di webinar era sul tema 

  • Lo sviluppo comunicativo-linguistico dei bambini 0-24 mesi – Tenuto dalla dottoressa Nicoletta Della MonacaCLICCA QUI PER RIVEDERLO
 
 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati