L'isola festeggia i suoi 50enni con tanto di benedizione | MaremmaOggi Skip to content

L’isola festeggia i suoi 50enni con tanto di benedizione

Da qualche anno per consacrare questo tipo di ritrovi è stato introdotto un rito da osservare: prima della cena, tutti in chiesa
50enni isola del giglio
I 50enni che hanno festeggiato la sera del 25 novembre
ISOLA DEL GIGLIO. Cifra tonda per i nati nel 1973. I 50enni dell’isola maremmana hanno festeggiato l’anniversario del  2023 in maniera originale.
 
Prima del classico ritrovo conviviale davanti a ottimi piatti delle tradizione, infatti, la sera di sabato 25 novembre i “neo50enni” sono corsi nella chiesa di San Mamiliano di Giglio castello per la benedizione.
 
Da qualche anno infatti sembra che sull’Isola abbia preso piede questa nuova tradizione. Quella che vede i 50enni festeggiare il loro anniversario sì con una cena ma preceduta da una tappa in chiesa.
 
50enni isola del giglio la foto in chiesa
La foto in chiesa
 
Il ritrovo dei cinquantenni dell’isola è stato organizzato minuziosamente. Tenendosi in contatto tramite un gruppo WhatsApp dedicato all’anniversario, hanno aspettato che praticamente tutti avessero effettivamente compiuto i 50 anni. Anche per questo la data è arrivata sul finire di novembre. 
 

Hanno partecipato gigliesi di nascita e d’adozione

 
Al ritrovo sull’Isola del Giglio hanno partecipato tutti quelli che hanno abitato e che abitano ancora sull’Isola del Giglio. Sia chi ci è nato, sia chi per anni ci ha lavorato, sia chi ci viene abitualmente in villeggiatura. La maggior parte del gruppo è costituita comunque da persone lavorano ancora sull’isola e da quelle che la scelgono per le vacanze. Mancavano pochissimi all’appello, forse una o due persone.
 
Dopo la benedizione che li ha ufficialmente consacrati 50enni gigliesi, la cena li ha visti di nuovo insieme ai “Lombi”. Ora è un circolo culturale ma fino a qualche anno fa era una rinomata discoteca: uno dei locali dell’isola nei quali i festeggiati della sera spesso si ritrovavano. Per qualsiasi occasione.
 
La cena è stata un tuffo nei ricordi, un momento di spensieratezza, piacevole e denso di ricordi. Non è mancata la volontà di ripetere una serata come quella di ieri. 
 
Oggi, infatti, il gruppo WhatsApp dei classe ’73 ribolle di foto e messaggi e chissà che prossimamente non organizzino qualcosa di simile.
 
 
 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati